Penny Market porta il Comune al Tar per l’apertura del Lidl

Penny Market porta il Comune al Tar per l’apertura del Lidl

31 Agosto 2019 0 Di ladiretta1993

L’apertura del supermercato Lidl a Bisceglie e la realizzazione della struttura che lo ospita sono finite, come si dice dalle nostre parti, “in mano agli avvocati”.

La causa legale, mediante un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (Tar), è stata intentata dalle società Repros srl e Penny Market srl. Tra gli atti impugnati dalle due società, il permesso di costruire rilasciato dal Comune di Bisceglie alla Lidl Italia per la realizzazione del corpo di fabbrica “A” delle opere di urbanizzazioni su Via G.Bovio, angolo Carrara Notar Vincenzo; l’autorizzazione commerciale relativa al punto vendita LIDL Italia srl attivato nel corpo di fabbrica “A”.

Va ricordato che a distanza di poche centinaia di metri, sulla stessa strada, il Penny Market aveva aperto il 22 marzo 2018 un suo punto vendita. Il ricorso per la richiesta di sospensiva si discuterà nell’udienza del 4 settembre. Su quali ragioni Penny Market fondi la sua richiesta di annullamento degli atti, non è possibile saperlo. Anche la delibera di Giunta per affidare l’incarico legale di difesa del Comune, non entra nei particolari del contenzioso.

A proposito dell’incarico legale, le ragioni del Comune saranno difese dall’avv. Massimo Ingravalle per un compenso di 9.931 euro. Anche in questo caso, l’Avvocatura comunale non può occuparsene per un “motivato impedimento temporaneo all’assunzione di incarichi”.

Non c’è traccia, inoltre, della short list con cui il Comune dovrebbe affidare incarichi legali a rotazione e senza discrezionalità.