Documento Commercio, Casambulanti: mercoledì 16 assemblea alla sala “Pegaso” in via Kolbe a Bisceglie

I commercianti biscegliesi non ci stanno e ad alzano la voce contro coloro che hanno ideato, proposto e poi inserito nel Documento Strategico del Commercio la sciagurata prescrizione del limite minimo di 50 mq. per le attività di pubblico esercizio. Una prescrizione illegittima che è stato inserita in un provvedimento che sin dall’inizio ha visto critici alcuni consiglieri comunali, a cominciare dai consiglieri Francesco Spina, Francesco Napoletano e Vincenzo Amendolagine, mentre per le Associazioni di Categoria da un lato Confcommercio e Confesercenti, favorevoli e strenue sostenitrici del provvedimento illegittimo e dall’altra Unibat e CasAmbulanti Bisceglie che hanno evidenziato, punto per punto, le incongruenze e le sciatterie istituzionali che hanno caratterizzato, in negativo, un percorso oscuro e buio che poi è stato messo alla luce proprio dalle esternazioni delle due Associazioni che hanno smascherato l’arcano. A Bisceglie il piccolo commercio e gli aspiranti imprenditori si schierano dalla parte delle due Associazioni ritenendo che l’inserimento della prescrizione dei 50 mq. sia fortemente lesivo della legge ma anche dei diritti degli imprenditori e dei proprietari di locali e della libertà d’impesa oltre che della libera concorrenza. Un Piano da rivedere previo suo annullamento. Questa la richiesta al presidente Michele Emiliano per palese violazione della legge, contestuale al blocco dei pagamenti delle prebende pubbliche stanziate a tal fine. Un contesto delicatissimo nel quale si vedono colpiti nella loro veste istituzionale soprattutto il sindaco di Bisceglie e l’assessore alle attività economiche.

Intanto CasAmbulanti Bisceglie, tramite il proprio Ufficio di Presidenza, comunica che MERCOLEDI’ 16 Ottobre 2019, alle ore 18,00, presso la Sala Conferenze “Pegaso”, in via P. Kolbe, 62 (nei pressi del Supermercato Famila) a Bisceglie, si terrà un’Assemblea di Categorie per fare il punto della situazione di quanto accaduto e per organizzare la Manifestazione Regionale, per reagire al silenzio assordante di fronte al massacro fiscale del Governo e contro i provvedimenti legislativi che, se approvati, porterebbero alla morte definitiva del Piccolo Commercio e delle Micro Imprese, a tutto vantaggio della Grande Distribuzione Organizzata e degli ipermercati contro i quali, proprio da Bisceglie non si è mai alzata alcuna voce di contrasto mentre con i soldi della Grande Distribuzione addirittura si foraggerebbero i Distretti Urbani del Commercio, gestiti dai soliti noti, che si sono dimenticati completamente del Commercio Ambulante indifeso e umiliato.

Appuntamento mercoledì a Bisceglie.

Il Piccolo Commercio che Resiste chiede aiuto.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Calici nel Borgo Antico”, due serate speciali di degustazione anticiperanno la nuova edizione

La nuova edizione di “Calici nel Borgo Antico”, in programma dal 3 al 5 dicembre a Bisceglie, amplia la propria tradizionale offerta, allargandone il profilo nei contenuti e nei luoghi. L’obiettivo è quello di raccontare la storia che sta dietro ad ogni vino attraverso la voce dei suoi produttori o di appassionati degustatori, stimolando nuove […]

Papa Francesco incontra l’associazione Giovanni Paolo II di Bisceglie e una delegazione della Bat

“Saluto i pellegrini dell’associazione Giovanni Paolo II di Bisceglie. Cari amici, imitate l’esempio di questo Santo Pontefice e sforzarvi di comprendere e accogliere l’amore di Dio, sorgente e motivo della nostra gioia”. Con queste parole Papa Francesco ha accolto la delegazione biscegliese lo scorso 24 novembre all’udienza generale del mercoledì presso la Basilica di San […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: