Concerto Gran Galà di Capodanno presso la Mondadori Bookstore

Il direttore d’ orchestra Riccardo Muti, lo avrebbe voluto come presentatore per il consueto concerto di Capodanno a Vienna, ma lui ha dovuto declinare l’ invito, perche’ impegnato con il maestro Benedetto Grillo. Sono solo alcune delle battute del simpaticissimo e brillante Donato De Cillis che ha presentato il Gran Gala’ di Capodanno presso la Mondadori Bookstore. Lo storico Premiato Gran Concerto Bandistico Biagio Abbate di Bisceglie, ha deliziato con successo il pubblico con musiche per le quali non era difficile lasciarsi coinvolgere, per certi tratti battendo il ritmo con gli applausi.

Dopo il tradizionale Inno Nazionale, l’ Associazione I Fiati, presieduta in modo encomiabile da Paolo Tarantini, è entrata nel vivo del programma con l’ esecuzione de: La Gazza Ladra, opera lirica di Gioacchino Rossini, su libretto di Giovanni Gherardini, la cui prima rappresentazione, avvenne il 31 Maggio 1817, presso La Scala di Milano e con Cavalleria Leggera di Franz Von Suppe’ opera in due atti con libretto scritto da Karl Costa, la prima esecuzione avvenne al Carltheater di Vienna il 21 Marzo 1866.

Presenti al concerto il Vicario Episcopale Don Franco Lorusso, l’ ex dirigente scolastico Michele Prete, Il Maresciallo dei Carabinieri Felice Cimadomo, il magistrato Francesco Giannella, Procuratore aggiunto del Tribunale di Bari e il Generale di Brigata Alfonso Manzo, Comandante della Legione Carabinieri Puglia. Quest’ultimo ha lodato la bravura dei musicisti, sottolinenado come i giovani vadano sollecitati perchè sono il nostro futuro e ha ricordato al maestro Benedetto Grillo, un appuntamento importante, il concerto del 27 Gennaio, giornata della memoria per le vittime dell’ Olocausto, nel quale sarà ricordata anche la deportazione di 2000 Carabinieri, affinchè non potessero fermare il piano diabolico dei Nazisti.

Il sindaco Angelantonio Angarano, ha ringraziato la famiglia Mastrototaro, per la sensibilità dimostrata verso i meno abbienti, organizzando nella loro sede, il pranzo di Natale della Caritas e augurando a tutti per il nuovo anno, di affrontare le sfide che la vita ci presenta, affinchè queste vengano superate con un pizzico di umiltà, riscoprendo i momenti felici nel stare insieme.

Donato De Cillis ha inoltre ricordato il concerto che l’ Associazione I Fiati terrà presso il Circolo Unione di Bisceglie, il 19 Gennaio prossimo, cui referente per le iniziative musicali è la dottoressa Angela Rosa Graziani.

Con l’ opera passata alla storia per il ritmo travolgente del brano, che esulta alla gioia di vivere come il Can Can, il maestro Benedetto Grillo, ha fatto ascoltare WIENER BLUT SANGUE VIENNESE, VALZER DI STRAUSS ARRANGIATO DAL COMPOSITORE ADOLF MULLER. Orfeo all’Inferno, di Jacques Offenbach, operetta in due atti, eseguita la prima volta il 31 Ottobre del 1858.

La trama in chiave comico – satirica riprende la vicenda mitologica della discesa di Orfeo agli Inferi per riportare in vita l’amata sposa, la ninfa Euridice figlia di Apollo, che muore per il morso di un serpente. Orfeo potrà ricondurla tra i vivi, purche’ non si volti a guardarla, prima dell’ uscita dall’ Ade dio degli inferi che regnava l’ oltretomba, purtroppo non manterrà la promessa e perderà la sua amata, per sempre.

In programma anche due Polke la Feuerfest op.269 di Josef Strauss, brano ispirato all’antico mestiere del fabbro. In questa esecuzione, e’ stato utilizzato come strumento musicale, l’ incudine e il martello. A scandirne il tempo, c’era Giuseppe Parisi, la sua interpretazione, ha reso orgoglioso suo padre, il medico Natale Parisi, nonchè presidente onorario dell’ Associazione Musicale. Eseguita anche la Tritsch – Tratsch op.214 di Johann Strauss composta nel 1858. Il nome rievoca un noto giornale satirico in voga nella Vienna dell’ epoca, dedita al pettegolezzo.

Nonostante l’ ordinanza del sindaco di evitare i botti per le festività natalizie, ha asserito scherzando Donato De Cillis, non si e’ potuto fare a meno di evitarli, nella celebre Polka Sotto Tuoni e Fulmini, di J. Strauss op.324 cui titolo originale e’ Unter Donner Und Blitz, i musicisti infatti, hanno fatto scoppiare alcuni botti con coriandoli e stelle filanti. Eseguita anche la bellissima Polka op. 332 Eljen A Magyar ( Viva gli Ungheresi ) 1869 di Johann Strauss. Naturalmente non potevano mancare due famosi Valzer come: Rose Del Sud e Sul Bel Danubio Blu di J.Strauss. Donato De Cillis ha portato i saluti dell’ avv. Tonio Belsito, presidente della Fondazione Biagio Abbate e ringraziato la stampa, in particolare “La Diretta 1993” di Maurizio Rana nella persona della giornalista Antonella Salerno e il corrispondente di BisceglieLive Pinuccio Rana. La serata si e’ conclusa in modo splendido con l’ immancabile Marcia di Radetzky di Strauss.

Antonella Salerno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Giovedì 2 dicembre La via del the con Veronica Sinigaglia e Nico Acquaviva

Giovedì 2 dicembre alle ore 18.00 presso Bon Ton il festival Mediterraneo ospita il concerto la via del the con Veronica Sinigaglia canto e Nico Acquaviva chitarra (ingresso libero informazioni 371 1189956 e sistemagaribaldi@gmail.com). Sarebbe stato difficile ignorare in una ricognizione mediterranea il repertorio classico napoletano che Veronica Sinigaglia ci restituisce con Nico Acquaviva. La dimensione e la collocazione temporale, ci […]

“Dialoghi in Jazz”, al Politeama i “Cercle Magique”

Cercle Magique Trio nasce dall’incontro di tre personalità musicali molto diverse fra loro, ma straordinariamente combinate in un dialogo a voce sommessa: Nando di Modugno, chitarra (acustica ed elettrica), Viz Maurogiovanni, basso elettrico, Gianlivio Liberti, batteria e percussioni. Un viaggio tra il mistico e l’esoterico, che conosce la sensualità della terra e del fuoco e il battesimo dell’acqua. […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: