Fiera del Levante: norme Covid e sconto espositori, ma si fa

Sara’ una Fiera del Levante nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid e del distanziamento fisico, con uno sconto speciale del 20% per gli espositori. La Campionaria 2020 di Bari, 84/a edizione, si farà dal 3 all’11 ottobre: “Non abbiamo voluto interrompere 84 anni di tradizione e al fotofinish stiamo organizzando la Campionaria in assoluta sicurezza”, ha sottolineato il presidente di Nuova Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, all’appuntamento di presentazione. Tra le novità, oltre agli stand su vaccini e mascherine, ci saranno il Salone dell’Innovazione e della Sostenibilità, in collaborazione con il Politecnico di Bari; il Salone del vino “Bewine” e una sezione multimediale. Sara’ inevitabilmente penalizzata la tradizionale Galleria delle Nazioni, per il blocco dei collegamenti con l’Italia di alcuni Paesi e quindi vi accederanno solo i Paesi ‘sdoganati’ dalla Farnesina. Alla conferenza stampa con Ambrosi sono intervenuti il presidente della Regione, Michele Emiliano, e il sindaco di Bari Antonio Decaro.

“La Fiera del Levante non si ferma, va avanti, riprende il suo ruolo di promozione dell’economia e dell’immagine della Puglia”, ha detto Emiliano. “Quest’anno la Campionaria sembrava impensabile – ha detto il sindaco – e invece oggi siamo qui a presentarla. La Fiera rappresenta una leva economica alla quale non si poteva rinunciare. Adesso riparte rispettando i protocolli sanitari. La riapertura della Campionaria coincide con la ripresa dell’attività economica, ancora di più quest’anno”.

Questa edizione della Fiera del Levante e’ intitolata “pronti…partenza…fiera”: il suo tema, simbolo una donna avvolta in un manto verde che corre verso la ripartenza, sarà incentrato sul Mediterraneo e il Mezzogiorno chiamati ad una grande sfida economica in questa ripartrenza. “Abbiamo deciso – ha aggiunto Ambrosi – di sostenere la campagna vaccinazioni contro l’influenza che sara’ determinante in autunno per la lotta al Covid. E abbiamo pensato di riservare uno spazio agli operatori scientifici di ‘Vaccinarsi in Puglia’ coordinati dalla professoressa Maria Chironna, responsabile del laboratorio di Epidemiologia molecolare e sanita’ pubblica del Policlinico di Bari”. Nel rispetto delle norme Covid sara’ rilevata la temperatura, ci sara’ obbligo di mascherina all’interno, gli ingressi saranno contingentati, nei padiglioni ci sara’ un percorso obbligato con una sola entrata e una sola uscita e gli spettacoli saranno itineranti. Il costo del biglietto, nominativo e giornaliero, sara’ sempre di 3 euro e l’acquisto potra’ avvenire online o in 81 prevendite in tutta la regione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Il 19 febbraio ritorna il Festival di San Pietro

Ritorna a grande richiesta il Festival di San Pietro, gara canora, di cabaret e di simpatia. Sono aperte le iscrizioni. Per info e iscrizioni rivolgersi nell’ufficio parrocchiale o al Laboratorio teatrale parrocchiale!

Il 10 febbraio Bisceglie ricorda Antonio Papagni, vittima delle Foibe

Venerdì 10 febbraio, Giornata del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano – dalmata, delle vicende del confine orientale, Bisceglie onorerà la memoria di Antonio Papagni, Cittadino biscegliese che fu vittima nelle foibe del Carso, probabilmente gettato nella foiba dell’Abisso di Plutone di Basovizza (Trieste). La cerimonia organizzata dall’Amministrazione Comunale si terrà alle […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: