Regionali, Emiliano: «Se vinco, subito alleanza con M5S»

Il governatore uscente della Puglia, Michele Emiliano, candidato presidente per il centrosinistra, in caso di vittoria alle elezioni regionali di settembre darà “spazio a una alleanza con il Movimento Cinquestelle”. “L’ho fatto 5 anni fa (quando nomino’ assessore tre consigliere pentastellate che pero’ respinsero la proposta, ndr) e lo faro’ questa volta. Non parliamo di posti, parliamo di programmi”, osserva. Emiliano ne parla in una intervista a “La Repubblica” di Bari, nella quale ringrazia “il premier Conte e il ministro Luigi Di Maio che hanno provato in tutte le maniere a convincerli (il M5S, ndr) all’accordo”. Accordo rifiutato dalla candidata presidente pentastellata in Puglia, Antonella Laricchia.

Nell’intervista, Emiliano sottolinea di avere “il compito di consentire al Movimento di compartecipare al governo della Puglia. Loro hanno scelto di non vincere le elezioni non alleandosi con noi”. “Schema tattico che non condivido – prosegue – perche’ rischia di far vincere questa destra anziana, non rinnovata, visto che tutti i candidati c’erano già 15 anni fa. In questo modo si sono messi fuori dall’indirizzo nazionale del Movimento”. Sulle ripercussioni a livello nazionale di una vittoria della destra in Puglia, Emiliano spiega: “Una cosa e’ certa: aiutare Fitto a vincere significa mettere il governo nelle condizioni di doversi difendere da una richiesta di dimissioni che arriverà un minuto dopo. Anche perche’ questa e’ la regione del presidente Giuseppe Conte. Di certo io con il governo ho un ottimo rapporto. Insieme abbiamo fatto passaggi rivoluzionari come quello della decarbonizzazione all’ex Ilva di Taranto, quando invece i miei due avversari Fitto e Ivan Scalfarotto (candidato governatore pugliese di Italia Viva, ndr) sono per il carbone a Taranto”. Emiliano ritiene di “ricevere tanta acredine da parte di Matteo Renzi” per la sua “vicinanza programmatica al Movimento”. E in Puglia, aggiunge, “i renziani si candidano per farmi perdere. Mentre il Movimento il suo errore può averlo fatto in buona fede, i renziani la buona fede non ce l’hanno. Renzi sara’ felice se perderò”.

Quanto al referendum sul taglio dei parlamentari, Emiliano spiega: “Rispetterò le posizioni dei miei partiti di riferimento, che sono Pd e M5S, quindi voterò Si'”. E sul ritorno a scuola con l’attuale aumento dei contagi, il governatore ritiene sia “giusto consentire le lezioni a distanza per chi ne abbia voglia” perché “può contribuire a diminuire l’assembramento scolastico”. “Se governo e ministra dell’istruzione ce lo chiederanno – conclude – saremo disponibili a varare un programma di screening a tappeto sia per docenti sia per studenti”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Sicurezza, la Giunta autorizza il collegamento telematico dei Carabinieri all’anagrafe comunale

La Giunta comunale di Bisceglie ha autorizzato l’attivazione del collegamento telematico della banca dati anagrafica comunale con la Legione dei Carabinieri Puglia Comando Provinciale di Barletta Andria Trani, approvando al contempo lo schema di protocollo d’intesa per la consultazione telematica dei dati. La richiesta di accesso alla banca dati dell’anagrafe del Comune di Bisceglie era […]

L’Amministrazione Angarano delibera adesione all’Associazione antimafia Avviso Pubblico

La giunta comunale di Bisceglie ha deliberato l’adesione all’associazione “Avviso Pubblico” che riunisce e rappresenta Regioni, Province e Comuni impegnati nel contrasto alle mafie e nella diffusione dei valori della legalità e della democrazia. “L’influenza delle organizzazioni criminali non è più limitata alle tradizionali zone d’insediamento”, si legge nella delibera di giunta. “Le enormi fortune […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: