Bando ristori: Piemontese, serve autocertificazione Durc

“I dirigenti pubblici della Regione Puglia sono ultra convinti che sia obbligatorio chiedere almeno l’autocertificazione del Durc e quindi, chi non è in regola con il Durc, riceverà il ristoro ma la quota mancante andrà direttamente a coprire il mancato versamento dei contributi per i dipendenti”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese rispondendo alla protesta sollevata ieri da parte di un gruppo di una quarantina di ristoratori foggiani che ha chiesto che venga rimossa la clausola della regolarizzazione del Durc, – Documento unico di regolarità contributiva – presente nel bando ristori della Regione Puglia dello scorso 16 febbraio e destinato alle imprese che sono state costrette alla chiusura dall’8 al 14 dicembre 2020 a causa dell’estensione della zona arancione in 20 comuni pugliesi.

“Faccio – spiega Piemontese – un esempio più concreto: qualora un operatore ha diritto ad un ristoro di mille euro e ha un debito con l’Inps per mancato versamento di contributi per i propri dipendenti di 500 euro, c’è l’intervento sostitutivo: cioè 500 euro andranno a coprire il debito con l’Ente previdenziale e altri 500 euro saranno di ristoro”. Poi Piemontese aggiunge di comprendere le difficoltà oggettive che stanno vivendo i ristoratori: “Su questo c’è il mio sostegno, ma se il Governo nazionale su questo non ci autorizza a pagare anche senza l’autocertificazione del Durc, pertanto non è possibile fare pressioni improprie sui nostri dirigenti al fine di evitare la presentazione del Durc”, conclude.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Bisceglie d’Amare”: è necessario scegliere un’alternativa ad Angarano

«Potremmo definire “molto acceso” il dibattito politico che si è venuto a creare negli ultimi giorni. Avremmo preferito che venissero dedicate più energie alla gestione della crisi sanitaria ed economica. Riteniamo di poter ben rappresentare questo modus operandi da noi auspicato, pur non facendo parte degli organi amministrativi: le numerose proposte, sempre documentate e realizzabili, […]

Il bilancio di previsione arriva in Consiglio comunale, da lunedì 26 aprile inizia la discussione

Il presidente del consiglio comunale Gianni Casella ha convocato la massima assise cittadina per i giorni 26 e 28 aprile alle ore 15 in modalità videoconferenza. All’ordine del giorno 5 punti. Tra questi “Esame ed approvazione bilancio di previsione finanziario per il triennio 2021-2023 e relativi allegati”. La seduta si aprirà con la comunicazione degli […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: