Covid: da lunedì 14 regioni in giallo, ma la Puglia resta arancione

Dal 3 maggio cinque regioni saranno in zona arancione e solo la Valle d’Aosta sarà in rosso. Il resto d’Italia sarà in giallo. Il che equivale a poter mangiare al ristorante (ma solo all’aperto) sia a pranzo che a cena, e frequentare cinema e teatro, a giocare a calcetto o comunque praticare tutti gli sport all’aperto. E a frequentare le lezioni in classe. A eccezione delle Regioni ancora ‘arancioni’ – Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna – e della ‘rossa’ Valle d’Aosta, dove restano le restrizioni e continuano quindi le chiusure, il resto del Paese prova a condurre una vita semi-normale. Almeno fino alle 22, ora in cui scatta il coprifuoco.

Cosa è consentito fare? Nelle Regioni gialle sono sempre permessi gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori, ma fino al 15 giugno è possibile un solo spostamento una volta al giorno verso un’abitazione privata, in un massimo di 4 persone oltre ai minorenni (fino a 18 anni) sui quali si esercita la responsabilità genitoriale. Aperti ristoranti bar, pub, gelaterie, pasticcerie “con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena” nel rispetto degli orari del coprifuoco e dei protocolli di sicurezza: il rientro a casa deve avvenire entro le 22 e prevede maggiori controlli proprio nei locali, per il rispetto delle norme anti Covid, e nelle zone della movida per evitare assembramenti. Nei ristoranti si potrà mangiare al chiuso (anche se solo a pranzo) dal 1 giugno, non prima. Aperti anche i musei e da una settimana è possibile, dopo mesi di chiusure, assistere a spettacoli in sale teatrali, da concerto, cinema, live club e in altri locali o spazi anche all’aperto: obbligatoria la prenotazione dei posti a sedere e il rispetto di un metro di distanza tra gli spettatori (a eccezione dei conviventi). La capienza non può essere comunque superiore al 50% di quella massima autorizzata e non possono esserci più di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso. Sul fronte dello sport, si possono praticare tutte le discipline all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Per le piscine, all’aperto, bisognerà aspettare il 15 maggio mentre per le palestre il 1 giugno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Rifiuti, Energetikambiente comunica uno sciopero il 13 dicembre

Al fine di tutelare il godimento dei diritti degli utenti serviti, Energetikambiente S.r.l. in A.S. informa che, in occasione dello sciopero generale del comparto di igiene ambientale indetto da FP CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI e FIADEL per l’intera giornata di lunedì 13 dicembre 2021 potrebbero verificarsi disagi nella corretta esecuzione dei servizi. Si invitano i […]

Domenica 5 dicembre Vince Abbracciante Ottetto alle Vecchie Segherie Mastrototaro

Domenica 5 dicembre alle ore 21.00 presso le Vecchie Segherie Mastrototaro il festival d’autunno Mediterraneo ospita Vince Abbracciante Ottetto (ingresso a pagamento, informazioni 371 1189956 e sistemagaribaldi@gmail.com). Alla sua quarta pubblicazione discografica, Abbracciante propone in prima assoluta la sua nuova impresa discografica, associando ancora una volta al suono della fisarmonica quello degli archi e di una ricca sezione ritmica con […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: