Vecchie Segherie: Mercoledì 20 presentazione libro “Io sono Blu” di Guglielmi e venerdì 22 lo spettacolo Pizzo, canti di denuncia

Mercoledì 20 aprile alle ore 18.30 presentazione del libro illustrato Io sono Blu di Irene Guglielmi e venerdì 22 aprile lo spettacolo Pizzo, canti di denuncia denuncia di e con Riccardo Lanzarone e musiche di Fabio Gesmundo.

Doppio appuntamento per le Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie. Mercoledì 20 aprile alle ore 18.30 presentazione del libro illustrato Io sono Blu di Irene Guglielmi, vincitrice del “Silent Book Contest Junior 2021, accompagnata da Valentina Storelli. Blu è un’apetta diversa da tutte le altre, perché è blu e nera. Stanca degli scherzi e delle prese in giro delle compagne di alveare, si avventura fra prati e fiori lontani, dove scoprirà un mondo abitato da tanti piccoli amici dalle forme e dai colori più disparati.
Questo albo illustrato racconta il tema della diversità in modo leggero, positivo e colorato. Venerdì 22 aprile ore 20.00 lo spettacolo Pizzo, canti di denuncia di e con Riccardo Lanzarone e musiche di Fabio Gesmundo  che rientra nel progetto “Semi di legalità” con  il quale il  settore Giovani di Azione Cattolica della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie promuove la consapevolezza che la speranza di “un mondo migliore” non può prescindere da una significativa diffusione della cultura alla legalità (ingresso gratuito per entrambi gli appuntamenti, per informazioni 0808091021 e info@vecchiesegherie.it).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Festival San Miniato Movie”: De Ceglia vince il primo premio, ma già pensa al futuro

Collezionista di successi. A noi sta bene così, perlomeno tiene alto il nome della nostra città. Luca De Ceglia se ne torna dalla Toscana ricco di soddisfazioni, con la consapevolezza di aver raggiunto un altro ambito traguardo, con la gioia nel cuore e già pronto a rimettersi in gioco.

La Cassa Armonica, l’Orchestra e la cultura musicale in agonia

Quel che resta della parte culturale della festa. Una cultura musicale che va pian piano allontanandosi dai nostri piaceri. Per volontà nostra. L’Orchestra e le opere che esegue, gratuitamente (e lo voglio sottolineare), sono ormai prelibatezza per pochi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: