Spina: «C’è la legalità finanziaria a Bisceglie?»

«La legalità finanziaria a Bisceglie: in tutti gli altri comuni italiani la legge italiana prevede all’art. 227 del tuel la scadenza al 30 aprile del termine perentorio per l’approvazione del conto consuntivo dell’anno precedente, con l’indicazione dei debiti fuori bilancio riconosciuti e da riconoscere. A Bisceglie, a tutt’oggi, non risulta approvata neanche l’idea di un bilancio consuntivo del 2021. I conti sono certificati sulla parola dal sindaco e dai suoi collaboratori. Hanno detto che tutto è a posto e leggi italiane sono sbagliate. Per cui i bilanci di previsione e quelli consuntivi nella terra di mezzo della Repubblica Italiana sono assolutamente inutili. Come la pubblicità di “Falqui” di qualche anno fa, ad Angarano & Co. “basta la parola!».

Lo scrive in una nota il consigliere comunale Francesco Spina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pesca, Angarano: “Emergenza sociale, fronte comune per sostenere diritti lavoratori”

Ieri mattina una delegazione del comparto ittico delle Marinerie di Molfetta, Bisceglie e Trani, nel corso della manifestazione convocata dalla Uila Puglia, è stata ricevuta a palazzo di Città dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano con l’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica della Città di Trani, Pierluigi Colangelo, insieme ad Andrea Losito, Responsabile Regionale Uila […]

Dragaggio porto, Assessore Consiglio: “Quando parla di incapacità amministrativa, Fata si riferisce a sé stesso?”

“Quando parla di incapacità amministrativa, superficialità e di pressapochismo, il consigliere Fata si rivolge a sé stesso? Il dubbio è legittimo visto che quando era sindaco facente funzioni presentò la candidatura ad un bando regionale per il dragaggio del porto ma non ebbe esito felice, per usare un eufemismo, perché carente di una serie di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: