Bisceglie – La tradizione replica al “direttore” dell’associazione pasticcerie storiche biscegliesi

«Prendiamo atto con stupore della nota apparsa su alcuni media a firma di Sergio Salerno, “direttore” dell’associazione pasticcerie storiche biscegliesi, in merito ad una presunta «forte confusione» che si sarebbe scatenata a seguito della «presentazione del movimento politico della lista sospiro». Siamo sorpresi, perplessi e incuriositi.

La sorpresa è dovuta al “clamore” che, stando a quanto riferito dal Salerno, sarebbe stato suscitato dalla presenza, tra le forze della coalizione a sostegno della candidatura di Vittorio Fata a Sindaco di Bisceglie, del movimento civico “Bisceglie – La tradizione”. Non abbiamo alcuna difficoltà nell’immaginare come e quanto il telefono del Salerno sia stato tempestato dalle «numerosissime telefonate» e dai «messaggi ricevuti» a seguito della comparsa del comunicato stampa dello scorso 21 giugno: del resto, non si è parlato d’altro in città in questi giorni…

Le perplessità derivano invece dal passaggio nel quale il Salerno definisce «sgradevole e di poca fantasia» la decisione del nostro movimento di presentare un simbolo che richiama il sospiro, dolce tipico biscegliese, rappresentando l’essenza stessa di “Bisceglie – La tradizione”. Evidentemente abbiamo commesso un grave peccato di lesa maestà: non eravamo al corrente del fatto che per nominare il sospiro sia necessaria l’autorizzazione del “direttore” dell’associazione pasticcerie storiche biscegliesi.

La curiosità riguarda invece il bisogno del Salerno di rimarcare la «natura apartitica» della sua associazione, avvertito quasi come se dovesse “giustificare” alcune sue scelte politiche – del tutto legittime quanto personali – agli occhi dei suoi stessi associati. Ma queste sono faccende delle quali non abbiamo né tempo né voglia né voce in capitolo per occuparci.

Siamo noi, piuttosto, a prendere le distanze dai toni assolutamente inopportuni utilizzati dal “direttore” Salerno – e dalle persone che hanno ispirato e scritto quel “comunicato” al posto suo – ricordando a lui e soprattutto a chi gli si nasconde alle spalle che la campagna elettorale è appena cominciata ma i biscegliesi, per fortuna e in massa, sembrano aver già preso a loro volta le distanze da un modo stucchevole, ridicolo, strumentale e inefficace di far politica».

 

Lo riporta in una nota la Lista civica “Bisceglie – La tradizione”, in replica all’articolo pubblicato nella mattinata di mercoledì 29 giugno da “La Diretta 1993” (LEGGI QUI)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Senza pace: distrutta anche una giostrina in Villa Comunale. Sindaco: la sostituiremo

«Ogni volta che in piazza Vittorio Emanuele vedo le giostrine, donate alla Comunità nel 2019, popolate di tanti bimbi che giocano spensierati e allegri con i loro genitori e nonni, provo anch’io la stessa felicità. Purtroppo l’imbecillità di alcuni non ha risparmiato neanche un luogo riservato ai più piccoli e una giostrina è stata rotta. […]

“Italia Sovrana e Popolare”, anche a Bisceglie si raccolgono le firme per presentare le liste alle Politiche

Anche a Bisceglie è iniziata la raccolta delle firme per permettere di partecipare alla lista Italia sovrana e popolare alle elezioni politiche nazionali del 25 settembre. «Se volete darci una mano -scrivono gli iscritti al movimento- potete farlo passando dalla sede di Ancora Italia in via Pendio Cappuccini 26 tutti i giorni dopo le 19.30 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: