Mancato premio “Comuni ricicloni”, Di Gregorio (Legambiente): Naglieri e company non conoscono il problema

Interpellato dalla redazione, a seguito della dichiarazione di Naglieri, il presidente del circolo Legambiente di Bisceglie, dichiara quanto segue:
Il mancato raggiungimento della percentuale che Naglieri si prefiggeva, la dice lunga (ahinoi) su quanto conoscano il problema. E le giustificazioni addotte non fanno che rafforzare le nostre perplessità. L’abbandono cronico di indifferenziato in ogni dove (e il conseguente conferimento di rifiuti ‘contaminati’ contribuisce a rendere vano lo sforzo di molti cittadini, innalzando la percentuale di indifferenziato, non riciclabile neppure ‘a valle’.
Il fatto che poi a Bisceglie ci sia un ospedale e un flusso turistico (che tra l’altro da tempo è tra i più bassi della regione), non può e non deve rappresentare una giustificazione: l’ospedale e i turisti, a Bisceglie ci sono già da quando si è insediata questa amministrazione a palazzo S. Domenico!
I nuovi criteri del premio, sono decisamente più restrittivi e incentivano la riduzione del secco non riciclabile, sia chiaro. Non è più ipotizzabile un riconoscimento basato solo sui numeri.
D’altronde non è, e non può rappresentare una giustificazione la difficoltà a raggiungere una popolazione numerosa e a promuovere e incentivare la RD da parte di un’amministrazione comunale.
Sorvolando sulle città del nord con popolazione simile alla nostra, portiamo solo alcuni esempi di comuni virtuosi del centro-sud:
Ragusa e Carpi (71.000), Agrigento (59.000), Empoli (53.000), Catanzaro (84.000) non sono comuni piccoli, eppure raggiungono e superano di molto le percentuali biscegliesi.
Eppure sono comuni meta di turismo e di certo avranno ospedali. Sembra il suo, una sorta di improbabile arrampicarsi sugli specchi.
Ci spieghi la differenza assessore.
Ciononostante, registriamo favorevolmente le buone intenzioni di Naglieri, che rivengono anche delle nostre ripetute pubbliche riflessioni.
Ci chiediamo, quando deciderà di metterle in pratica, visto che siamo alla fine del suo mandato.

Alessandro Di Gregorio

Legambiente Bisceglie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bonus acqua potabile: domande fino al 28 febbraio

Dal sito fiscomania.com. E’ stato confermato anche per il 2023, il bonus acqua potabile, volto diminuire il consumo di plastica: con questo credito d’imposta infatti viene sostenuta la spesa per acquistare sistemi di filtraggio o mineralizzazione, oppure di raffreddamento e addizione di anidride carbonica per l’acqua di casa. I fondi stanziati ammontano a 1,5 milioni di euro, rispetto […]

A Bisceglie arriva il primo nato nel nuovo reparto di Ostetricia

Prima nascita oggi nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie inaugurato lo scorso 31 gennaio dopo i lavori di riqualificazione. Il piccolo di chiama Nathan ed è nato alle 12:11 di oggi. Pesa poco meno di 3,4 chili ed è lungo 50 centimetri. “Sua mamma Milena sta bene”, fa sapere […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: