U pelussce…e la serecuòre! (Il peluche e il topo di fogna) (di Nicola Ambrosino)

A Bisceglie, poco tempo fa, sono comparsi dei gatti di peluche, posti a guardia di alcuni bidoni di rifiuti; la loro funzione era dissuadere i topi dall’avvicinarsi ai contenitori.
Una fresca satira estiva… per farci due risate!

A Vescègghie capetò che na maténe,
na serecuòre apparé da ne tombéne
e dannènze, facce frònde, se trevò…
ne gattude che…l’acchiamendò!

“Ced’à che vè trevènne segneré?”,
o gattudde, la serecuòre, le decé;
ma cure, ne gattudde…de pelussce…
l’acchiamendòve, citte e musce musce.

“Ma cusse, addavère ch’è ‘ngandòte!”,
le disse o gattudde, sfastediòte;
“De serecuòre nan ne sì mà viste,
pepetésce e parle, uè desonéste!”.

Ma ced’à che u pelussce avèa parlò;
nan petà màie, de cèrte, vemecuò;
ère solaménde ne pepazze…
lassòte, pe protéste, sòtte o palazze!

Na gatte, che sendé la serecuòre,
disse a sé a sé: “Dó nan è affòre;
pìure u sòrge, cu fagugne, cè peccòte,
parle sìule sìule… e à desenzòte!”.

S’avvécenéie e o sòrge disse u gatte:
“Cara serecuòre, séinde a fratte…
sò viste che da sàule stè a parlò…
u calde è fórte assàie…vatte a retrò!”.

La serecuòre acchiamendò u gattucce
e disse, aprénne, appène la voccucce:
“Tra chìsse e dùe gatte, tra tutt’è dìue…
cusse… nan se fòce le cazze sìue!”.

GLOSSARIO DIALETTALE

Na serecuòre apparé da ne tombéne = Un topo di fogna comparve da un tombino
E dannènze, facce frònde, se trevò… = Lì davanti, di fronte, si trovò
Ne gattude che…l’acchiamendò! = Un gatto che la osservava
L’acchiamendòve, citte e musce musce = La fissava, in silenzio e senza muoversi
“Ma cusse, addavère ch’è ‘ngandòte!” = Ma questo è veramente incantato
Sfastediòte = Infastidita
Pepetésce = Proferisci qualche sillaba, parla.
Vemecuò = Muoversi, ma anche dir parola
Fagugne = Favonio, vento estivo, di gran caldo
Desenzòte = E’ uscita fuor di senno
Nan se fòce le cazze sìue = Non si fa gli “affari” suoi.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Giornata del dialetto, l’Associazione “Borgo Antico” promuove poesia in filodiffusione

Il prossimo 17 gennaio ricorrerà la nona edizione della “Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali”, istituita dall’Unione Nazionale delle Pro Loco per sensibilizzare alla tutela dell’immenso patrimonio linguistico e culturale rappresentato dal dialetto. La dodicesima edizione si svolgerà ovviamente in maniera diversa, dal momento che la pandemia ancora in atto non permetterà l’organizzazione delle manifestazioni […]

Giornata Nazionale del Dialetto 2021

Purtroppo quest’anno 2021, a causa dell’emergenza in atto dovuta alla pandemia per il coronavirus denominato SARS-CoV-2, il giorno 17 gennaio non si terrà il consueto appuntamento della GIORNATA NAZIONALE del DIALETTO nell’ambito delle iniziative promosse dalla UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia). La Canigghie, Associazione per la salvaguardia e valorizzazione della lingua locale, e la […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: