Bisceglie brucia. Gli ambientalisti dicono basta. E anche noi

Pompieri e operatori emergenza radio a lavoro, negli ultimi giorni, sul territorio cittadino per sedare numerosi incendi. Ne abbiamo contati almeno sei: in zona Pantano, nella strada che costeggia la piscina comunale, nella zona industriale bisceglie-molfetta, via andria, in carrara Lamavera e in via Crosta.

 

L’allarme dei fumi tossici, con pericolo di malattie gravissime sulla pelle dei cittadini, è da più parti evidenziato, in primis da chi ha l’ambiente a cuore. La possibilità di venirsi creare una piccola “terra dei fuochi” anche su Bisceglie e paesi limitrofi inizia a farsi concreta ed incute terrore.

Qualcuno dovrebbe darsi da fare per rimuovere ogni cosa che potrebbe essere causa di un principio di incendio, come del resto dettato da una recente direttiva della Giunta Regionale di Emiliano. E l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti dovrebbe svolgere maggiori sopralluoghi, anche con periodicità quotidiana, nelle zone di campagna e di poca viabilità prese di mira da incivili concittadini dove continuano a depositare sacchetti di immondizia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 584 nuovi casi e 46 decessi

Oggi in Puglia, a fronte di 6.130 test per l’infezione da Covid-19, sono stati registrati 584 casi positivi: 278 in provincia di Bari, 49 in provincia di Brindisi, 28 nella provincia BAT, 131 in provincia di Foggia, 77 in provincia di Lecce, 23 in provincia di Taranto, un caso di residente fuori regione, 3 casi di […]

Covid: in Puglia 1.278 nuovi casi e 17 decessi

Oggi in Puglia sono stati registrati 10.201 test per l’infezione da Covid-19 e 1278 casi positivi: 474 in provincia di Bari, 96 in provincia di Brindisi, 114 nella provincia BAT, 239 in provincia di Foggia, 137 in provincia di Lecce, 211 in provincia di Taranto, un caso di residente fuori regione, 6 casi di provincia di residenza […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: