Mauro Di Pierro (Pd): «A Bisceglie tre Pd, il nuovo modello Emiliano»

Ironizza su Facebook, Mauro Di Pierro, ex assessore allo sport e alla cultura con la giunta a guida Napoletano, ed oggi in forza al Pd, quello che è all’opposizione di quello di Spina.

«A Bisceglie -scrive – in Consiglio comunale sono rappresentati: un PD di maggioranza, un PD di opposizione e un PD che (cosa ci dai?) vogliamo.  È il modello Emiliano. Vogliamo parlarne?».  E’ stato il “la” ad una lunga serie di commenti, altrettanto ironici e sarcastici. Tipo quello di Valentino che replica: « Il partito democratico dal suo logo,dovrebbe togliere la bandiera italiana! È mettere un arcobaleno di colori…abbraccia tutti gli elettori! Basta che gli diano il voto! Altro che balena bianca…queste sono cose ciclopiche!».

Intanto ieri sera, il consigliere comunale Rigante del Pd dell’opposizione, ha tenuto a precisare che «non credo sia questa la sede opportuna per discutere del merito dell’azione giudiziaria intrapresa. I fatti di questa vicenda sono noti e non credo abbiano attinenza con le pretese creditorie. Piuttosto con altri interessi ed ambizioni». Concludendo il suo intervento pregando Spina di «riportare il tutto nell’alveo della dignità politica qualora venisse a galla quello che l’opinione pubblica va dicendo da molti giorni».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Coalizione Fata: «Angarano chieda scusa, parole gravi contro le opposizioni»

Non è nel nostro stile intromettersi nelle faccende relative ad altri schieramenti. Siamo purtroppo costretti a prendere atto delle gravi parole che il sindaco di Bisceglie in carica ha pronunciato nel corso di un’iniziativa elettorale, quando ha affermato: «Non esiste un’opposizione seria, si cerca esclusivamente di gettare fango sulle persone e sulle loro famiglie».Non possiamo […]

Amministrative, Spina: da Angarano chiacchiere, bugie e attacchi volgari

«A corto di argomenti e di sostenitori, Angarano ha inaugurato malissimo la presentazione della sua ricandidatura. Non potendo occultare i teatri e biblioteche chiusi per tutti i suoi 5 anni, i parchi comunali interdetti e chiusi al pubblico e l’assenza completa di iniziative e nuove opere o programmi, Angarano si è rifugiato nel buio della […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: