L’Amministrazione Spina non è indebitata dai mutui, parola di Openpolis

31 Agosto 2017 0 Di ladiretta1993
Il comune di Bisceglie non e’ indebitato dai mututi.
A rivelarlo sono i dati raccolti dal sito Openpolis, l’osservatorio civico della politica italiana,
che si occupa dell’ accesso ai dati pubblici e al confronto con i politici.

Il sito ha elaborato la mappa relativa all’ indebitamento dell’ anno 2014 dei comuni italiani.
L’indagine riguarda le entrate da prestiti iscritti nei bilanci degli enti.
Buone notizie giungono dalla Bat, i comuni di Barletta, Minervino Murge, Canosa e Bisceglie
non hanno fatto ricorsi a prestiti, al contrario di altre citta’ che si sono avvalse di questo strumento per fini vari.
Trani fa registrare entrate da prestiti per 0,04 euro pro-capite; Spinazzola per 20,19 euro pro-capite;
San Ferdinando per 52,88 euro pro-capite; Andria per 162,45 euro pro-capite e Margherita di Savoia
per 738,64 euro pro-capite.
Nel comune di Foppolo di soli 207 abitanti della provincia di Bergamo in Lombardia e’ stato registrato
un dato eclatante, 18.000 euro di prestiti contratti pro-capite.
Si tratta di un dato importante soprattutto per le citta’ capaci di realizzare opere pubbliche, senza far ricorso
all’ indebitamento, ma attraverso l’intercettazione di finanziamenti regionali nazionali e comunitari.
Dai dati, non emerge una classifica degli enti piu’ oculati o meno nella gestione della cosa pubblica.
Il ricorso al prestito dovrebbe servire a realizzare a realizzare opere pubbliche per migliorare il
territorio che si amministra e dare lavoro alle imprese.
ANTONELLA SALERNO