Violenza sulle donne, l’Ass. Sarah in una scuola andriese

Su espressa richiesta da parte del dirigente e dei docenti dell’istituto Ettore Carafa di Andria, ieri mattina l’associazione di promozione sociale SARAH ha incontrato gli studenti dell’istituto andriese. L’incontro rientra nella campagna di sensibilizzazione al  problema della violenza sulle donne che l’associazione biscegliese sta portando in giro nelle scuole del territorio. La discussione è stato aperta dall’avv. Michela Lopolito che ha parlato dell’evoluzione legislativa sul tema della violenza di genere mentre la psicologa dott. Consiglia Altieri ha parlato della cultura della violenza contro le donne nel sistema socio culturale attraverso la violenza del linguaggio ed i messaggi a sfondo sessista veicolati dai media. All’incontro era presente il Dott. Leonida Marseglia, primo dirigente del commissariato P.S. di Andria, il quale  ha parlato della figura della donna nella cultura egizia e romana sottolineando come queste radici delle violenza contro la donna  siano ancora presenti nella letteratura , nella legge e nei messaggi veicolati dai media, lo stesso dott. Marseglia ha sottolineato l’importanza della denuncia in quanto  “denunciare serve a conpletare il ciclo della violenza”. Erano presenti inoltre in rappresentanza della Polizia di Stato la sovrintendente dott.ssa Pecoraro e l’avv. Larosa in rappresentanza dell’associazione riscoprirsi. Moderatrice dell’incontro è stata la prof.ssa Donatella Ruggieri docente dell’Istituto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.