I semafori restano spenti, non si fa manutenzione. E nessuno spiega il perchè.

Caos e disordine. La situazione della viabilità cittadina permane insostenibile. I semafori della città sono quasi tutti fuori uso.

 

A Bisceglie funzionano sono tre-quattro semafori. Ai cittadini occorre dare la giusta informazione perché prestino particolare attenzione agli incroci regolati da semaforo.

Solo qualche mese fa, nel novembre del 2017, i consiglieri comunali di minoranza Angarano, Pedone e Rigante, attraverso le colonne de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, denunciavano «lo stato di grave degrado in cui versa la segnaletica orizzontale, verticale e semaforica su tutto il territorio comunale, il costo di manutenzione degli impianti di rilevazione delle infrazioni semaforiche e che negli ultimi anni si sono registrati diversi sinistri stradali, conseguenti al mancato funzionamento dei semafori, con grave pericolo non soltanto per gli automobilisti ma soprattutto per i pedoni».

Tanto veniva denunciato da chi oggi governa Bisceglie, meno di un anno fa. Quando alla guida della città vi era Vittorio Fata e quando gli impianti semaforici fuori uso erano solo tre. Oggi sono appena tre, paradossalmente, i semafori che funzionano. Nessuno interviene, nessuno spiega cosa stia succedendo e nessuno motiva il perchè gli automobilisti devono percorrere le strade di Bisceglie con la massima allerta e nel caos più totale, per la mancata regolamentazione del flusso veicolare agli incroci delle strade, soprattutto quelle principali cittadine.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.