Rifiuti, Napoletano: «Le isole ecologiche non potevano essere rimosse a piacere»

L’Amministrazione Comunale, attraverso l’Ass. Angelo Consiglio, ci ha informato della RIMOZIONE DELLE 2 ISOLE ECOLOGICHE MOBILI di via Andria e di via Ruvo, “perchè erano diventate un ricettacolo di rifiuti”.

Mi chiedo CON QUALE ATTO DELIBERATIVO O AMMINISTRATIVO sia stata presa questa decisione, visto che comporta una modifica del progetto con il quale, poco più di 2 anni fa, fu aggiudicato l’appalto del servizio.
Quel progetto, denominato “BISCEGLIE CHIAMA A RACCOLTA”, fu presentato dalla Camassambiente S.p:a. e, per quanto disatteso e non condivisibile (non fu discusso preventivamente in Consiglio Comunale), è diventato il progetto di riferimento anche per le aziende che si sono avvicendate successivamente.
Quindi, sia il Comune che l’attuale gestore del servizio sono tenuti a rispettarlo, anche nelle more di una contrattualizzazione del servizio stesso.
HO LA SENSAZIONE CHE I NOSTRI AMMINISTRATORI, A COMINCIARE DAL SINDACO, NON ABBIANO UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DELLA MATERIA E SI MUOVANO CON MOLTA APPROSSIMAZIONE E SUPERFICIALITA’.
BUONA VOLONTA’, MA DILETTANTI ALLO SBARAGLIO!
A pagina 58 del progetto sopra citato, si afferma L’OBBLIGO DEL GESTORE DI ALLESTIRE E GESTIRE 2 ISOLE ECOLOGICHE MOBILI (oltre ai 2 Centri di Raccolta Comunale di Carrara Salsello e di via Padre Kolbe).
Una da posizionare nella ZONA SUD della Città (“che include l’area artigianale ed industriale”) e l’altra nel CENTRO CITTADINO (“che è prossimo anche al centro storico ed alla gran parte delle utenze non domestiche”).
Nel CENTRO CITTADINO, com’è noto, non è stata posizionata nessuna isola ecologica mobile ed anche la situazione della pulizia e della raccolta del centro storico è sotto gli occhi di tutti.
Se è vero, com’è vero, che le due isole ecologiche mobili di via Andria e di via Ruvo sono diventate delle discariche indecorose (come anche le campagne e la S.S. 16-bis), è vero anche che il problema non può certamente risolversi con la rimozione delle stesse isole ecologiche mobili previste dal progetto in vigore.
PESA LA MANCANZA DEL SENSO CIVICO DI MOLTI CITTADINI (altro che turismo, in queste condizioni!), MA ANCHE IL MANCATO PRESIDIO DELLE ZONE INTERESSATE E LO SCARSO RIGORE SANZIONATORIO DEL COMUNE (le multe comminate sono manifestamente irrisorie nel numero ed, a quanto pare, non spaventano gli incivili).
Ragion per cui, più che una irragionevole rimozione, che penalizza oltremodo i cittadini virtuosi di quelle zone, sarebbe necessario un presidio delle isole ecologiche mobili, che garantisca il rispetto delle regole fissate per i conferimenti.
Quei rifiuti, illecitamente abbandonati- non solo in quelle zone, ma dappertutto- (non c’è un’ordinanza sindacale apposita, che, per le violazioni, comporterebbe sanzioni penali, oltre ai possibili reati ambientali?), non potranno certamente dissolversi nel nulla ed è facile prevedere che saranno abbandonati da qualche altra parte.
Solo degli inguaribili ottimisti possono pensare che gli “sporcaccioni” di via Andria e di via Ruvo si possano recare diligentemente presso i Centri di Raccolta Comunali di Carrara Salsello e di via Padre Kolbe, per conferire i loro rifiuti.
Magari sottoponendosi a code interminabili.
In merito alla popolazione residente nelle CASE SPARSE E NELLE ZONE RURALI, il servizio (pag.9 del progetto vigente) doveva essere svolto “A PRENOTAZIONE”.
Per questo, era prevista la chiamata gratuita ad un numero verde, per consentire la raccolta di “tutti i tipi di rifiuto”, secondo il normale calendario.
Per l’umido (addirittura!) era prevista, per quei cittadini normalmente non serviti, la fornitura, in comodato d’uso gratuito, di una “compostiera domestica”.
Non solo.
Per le c.d. UTENZE DOMESTICHE FLUTTUANTI era previsto, altresì, il posizionamento stagionale, d’intesa con il Comune, di altre isole ecologiche mobili nelle zone di residenza estiva e “turistica”, proprio per evitare che i rifiuti potessero essere abbandonati “in maniera incontrollata”..
Quindi, INADEMPIENTE IL GESTORE, MA INADEMPIENTE ANCHE IL COMUNE!
L’Ass. Consiglio ci dice anche che “verranno realizzate altre isole ecologiche mobili in luogo di quelle rimosse, opportunamente recintate”(?) e riservate solo a chi non viene raggiunto dal “porta a porta”, ma non ci dice nient’altro e non fa che alimentare fondate perplessità, anche sul possibile incremento dei costi del servizio.
LA VERITA’ E’ CHE LA CITTA’ SE PRIMA ERA SPORCA, ADESSO LO E’ DI PIU’!
A mio giudizio, E’ L’INTERO SISTEMA DI RACCOLTA CHE ANDREBBE RIPENSATO, come dissi già nel Consiglio Comunale del dicembre 2016, conoscendo la Città e prevedendo quello che sarebbe accaduto.
ANCHE LE OPPOSIZIONI, PER SPIRITO DI SERVIZIO VERSO LA CITTA’, DEVONO DARE IL LORO CONTRIBUTO DI IDEE PER UNA BISCEGLIE PIU’ PULITA.
Ma devono essere messe in condizione di poterlo dare, nelle sedi istituzionali preposte.
SE IL SINDACO E L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON SONO IN GRADO DI RISOLVERE IL GRAVE PROBLEMA DELL’IGIENE CITTADINA e, dunque, di realizzare quella SVOLTA promessa in campagna elettorale, SI DISCUTA DI IGIENE CITTADINA IN UN CONSIGLIO COMUNALE MONOTEMATICO, che chiedo venga urgentemente convocato.
Ferma restando la distinzione dei ruoli, tra chi ha vinto le elezioni e deve dimostrare di sapere governare e chi le ha perdute, che ha l’onere della proposta e del controllo, ma non della gestione.
ALTRIMENTI, DI QUESTO PASSO, DUOLE DIRLO PER L’AMORE CHE PORTIAMO PER BISCEGLIE, LA CITTA’ SARA’ SEMPRE PIU’ SPORCA ED IN BALI’A DEI TOPI , CON LA BEFFA DI UN ULTERIORE AUMENTO DELLA GIA’ ESAGERATA TARI, PREVISTO PER IL PROSSIMO ANNO.

Franco Napoletano

Consigliere Comunale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.