Ricchiuti (PPI): ‘Fatturazione elettronica, ulteriore vessazione e aggravio costi’

“L’introduzione della fattura elettronica obbligatoria fra privati è una circostanza estremamente negativa; chi ha pensato questa rivoluzione fiscale non ha una conoscenza pratica del problema.


Obbligare chiunque alla fatturazione elettronica comporterà maggiori aggravi economici e finanziari per tutti: in primis per i piccoli, piccolissimi imprenditori che dovranno recarsi dai propri consulenti con notevole perdita di tempo, per poter emettere quelle poche fatture di vendita della propria produzione.

A seguire per le micro imprese, anch’esse obbligate a dotarsi di un programma e, se necessario di un addetto amministrativo, con aumento di costi. E di seguito ancora per tutti gli altri casi per i quali rivolgersi al proprio consulente (con aggravio di costi oltre che di tempo non proprio disponibile).

Non servirà per l’evasione, anzi forse sarà un nuovo incentivo. Le grandi evasioni non si bloccano così.
Produrrà solamente un po’ più di rigidità, più burocrazia è più costi. I piccoli imprenditori, professionisti e piccole aziende subiranno costi non proporzionati alla propria attività e sarà vissuto come l’ennesima vessazione del fisco. La fattura elettronica obbligatoria fra privati andrebbe bene per aziende con strutture idonee ma solo a partire da ricavi superiori 500.000,00 euro , per gli altri sarà solo un aggravio di costi e perdita di tempo. Ma il sotto segretario all’economia oltre a non aver considerato il limite da cui partire (500mila) ,ha addirittura negato con risposta scritta una proroga al 2020. “

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La scuola “Dino Abbascià” chiusa, abbandonata e vandalizzata. «Angarano disattento nei confronti dei beni pubblici»

«La scuola “Dino Abbascià” è stata realizzata e inaugurata dalla mia amministrazione nel 2016, nel contesto di un piano di riqualificazione e valorizzazione del centro storico e delle sue tipiche piazzette (come quella che ospita la stessa scuola Dino Abbascià). Da ben 5 anni, da quando si è insediata l’amministrazione Angarano-Silvestris, questa scuola è chiusa, […]

Altro finanziamento per potenziare ulteriormente la spiaggia attrezzata anche per persone con disabilità

Il Comune di Bisceglie ha ricevuto un ulteriore finanziamento regionale di 20.000 euro per continuare a potenziare la spiaggia libera attrezzata anche per persone con disabilità al Cagnolo. L’intervento è volto al miglioramento della qualità delle dotazioni della piattaforma attrezzata già esistente e ad assicurare adeguati livelli di accessibilità, fruibilità e sicurezza, anche in altre […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: