L’ex scalo merci delle Ferrovie abbandonato a se stesso. L’Amministrazione intervenga.

9 Gennaio 2019 0 Di ladiretta1993

Un recente post FB della signora Grace, accende la nostra attenzione sulla poca eleganza offerta dall’ex scalo merci FF.SS., oggi adibito a parcheggio automobili.

La passata amministrazione riferiva di accordi con le ferrovie per riqualificare il capannone, oggi fatiscente, in modo da renderlo fruibile per scopi da destinarsi. Ipotesi più accreditata di destinazione, un contenitore culturale. Ma dal marzo 2016 ad oggi nulla è cambiato. Tutto è rimasto immutato. Non pervenuto.

Per quanto concerne, invece, l’utilizzo dell’area di sosta, la delibera di giunta 70/2016, affidava il parcheggio al gestore delle aree di sosta a pagamento imponendogli di riqualificare l’area con pali per l’illuminazione, manutenzione ordinaria, aiuole e videosorveglianza.

Di tutto questo poco si intravede nelle opere realizzate, tranne una telecamera motorizzata, che mai ho visto muoversi per seguirmi, mentre un timido ed unico faro crea un chiarore che non ci mette al riparo neanche dal pestare le cacche di cane.

Invece, per le aiuole, evidentemente, si è preferito sopperire con le erbacce di generose dimensioni. L’amministrazione comunale dovrebbe riferire ai cittadini cosa intende fare nel futuro di questo parcheggio oggi poco dignitoso. Se è vero che ci sono ritardi di esecuzione negli interventi dovrebbe sollecitare una pronta soluzione.

Una riflessione va fatta anche sul numero di auto che parcheggiano quotidianamente; ricordiamo che sono disponibili 50 posti gratuiti (sempre occupati) ed il restante a tariffa (sempre liberi). Non sarebbe sbagliato pensare di sottrarre l’area al gestore, fornire a quest’ultimo lo stesso numero di posti in altro luogo, rendere gratuita tutta l’area e provvedere in proprio alla sua riqualificazione. Soprattutto l’amministrazione, decida cosa fare della pista ciclabile di Salsello, anch’essa a carico del gestore dei parcheggi, ma oggi ridotta in condizioni pietose. Infine, non possiamo non constatare, che gli affidamenti dei servizi a privati, fin’ora a Bisceglie, non ha portato grandi benefici, si ricordino per tutti la piscina comunale con i canoni non pagati ed oggi chiusa ed il compianto e defunto consorzio Vigiliæ, oggi chiuso e grazie a quest’ultimo, la città non ha più la sede storica della nettezza urbana, in via Ruvo. L’affidamento delle aree di sosta a privati avrà lo stesso epilogo?
(Zappa)

Annunci