: “Liberi di scegliere”. All’I.I.S.S. “Sergio Cosmai” un incontro su legge 219/2017 e fine vita

11 Febbraio 2019 0 Di ladiretta1993

A 10 anni dalla morte di Eluana Englaro, il giorno 9 febbraio, nell’auditorium dell’I.I.S.S. “Sergio Cosmai”, le classi quarte e quinte dell’Istituto hanno partecipato all’incontro informativo dal titolo “Liberi di scegliere”.

Norberto Guerriero, referente regionale dell’associazione “Luca Coscioni”, ha illustrato ai ragazzi il percorso umano e legale che ha condotto all’approvazione della legge sul fine vita (legge 22 dicembre 2017, n. 219).

Le storie di Eluana Englaro, Fabiano Antoniani (dj Fabo) e Piergiorgio Welby, e le loro personali battaglie per l’autodeterminazione hanno costituito tre momenti chiave in cui la necessità di un cambiamento normativo è stato posto con forza all’attenzione dell’opinione pubblica e del legislatore.

La legge 219 consente oggi di esprimere non solo il consenso alle cure, ma anche il dissenso informato a sottoporsi a determinati trattamenti terapeutici, liberando così dalla responsabilità penale il medico e l’operatore sanitario. La relazione tra paziente e medico e il coinvolgimento della famiglia del paziente, secondo Guerriero, risultano rafforzati da questa legge.

Sul fronte opposto, il dott. Felice Spaccavento, medico rianimatore, si è soffermato sulla necessità e il dovere, da parte del medico, di adempiere sempre alla volontà del paziente, sia essa quella di voler vivere ad ogni costo, o al contrario, quella di volersene andare in silenzio ma sedato profondamente e senza dolore.

Il dott. Spaccavento ha raccontato del suo vissuto quotidiano, dello sforzo di dover operare in strutture non sempre ben attrezzate, di pazienti che si aggrappano a qualsiasi speranza terapeutica e di quelli che vogliono una morte “dignitosa”.

Oggi, fortunatamente, le leggi consentono al medico e al paziente di avere diverse scelte teapeutiche, ma altri nuovi orizzonti si stanno aprendo e la libertà di scelta diventerà ancora più ampia.

Il paziente, in ogni caso, “va sempre messo al centro di tutto”, ha detto il dott. Spaccavento.

Al termine del dibattito, gli allievi sono intervenuti con diverse domande ad entrambi gli ospiti che hanno spronato i ragazzi a documentarsi, ricercare, studiare le varie leggi e le diverse modalità di scelta terapeutica per una maggiore consapevolezza e una maggiore libertà di scelta di ciascuno.

La mattinata si è conclusa con grandi applausi e ringraziamenti agli ospiti intervenuti e con un grande arricchimento su un argomento complesso e delicato quale quello della libertà di scegliere a quali terapie sottoporsi.

L’incontro è stato organizzato e condotto dal prof. Giovanni Salvemini e dalla prof.ssa Grazia Coppolecchia.

 

Annunci