Elezioni Europee, l’elenco dei presidenti di seggio per le 49 sezioni di Bisceglie

La Corte d’Appello di Bari ha reso noti i nomi dei Presidenti di seggio per le elezioni europee del 26 maggio con le sezioni assegnate a ciascuno di loro. Di seguito l’elenco con nomi e cognomi preceduti dal numero di sezione.

1 Fabrizio Ardito
2 Girolamo Bruni
3 Romina Mazzone
4 Giovanna Cangelli
5 Giuseppina Mastrapasqua
6 Adriano Ottavio De Toma
7 Vincenza Messina
8 Mario Lamanuzzi
9 Arcangelo Rana
10 Nicola Cappelluti
11 Giovanni Gallo
12 Mirko Salerno
13 Francesco Palazzo
14 Mario Rigante
15 Michele Calviello
16 Ignazio Mario Ardito
17 Giulia Losapio
18 Antonio Dell’Olio
18 S Gabriel Zingaro
19 Rossella Ricchitelli
20 Antonella Salerno
21 Tommaso Zingarelli
22 Luana P. Di Leo
23 Concetta Tortora
24 Nicola Di Terlizzi
25 Alberto Francesco Cosmai
26 Susanna Lopopolo
27 Marta La Forgia
28 Marco Montaruli
29 Alessandro D’Azzeo
30 Leonardo Napoletano
31 Giorgia Stregapede
32 Marino Orsini
33 Lucrezia Preziosa
34 Nicola F. Quatela
35 Giammichele Muscatella
36 Stefania Ricchiuti
37 Donato Musci
38 Valentina Ines Storelli
39 Leonardo Valente
40 Valentina Di Terlizzi
41 Nicolas Zingaro
42 Letizia Acquaviva
43 Francesco Di Benedetto
44 Emilia Uva
45 Flavia Maria Todisco
46 Michele Belgiovine
47 Angela Galantino
48 Marianna Lopopolo
49 Marcella Clara Diakoviez

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Questura Bat: Boccia, “Presenza Stato per la massima difesa della legalità”

“Oggi nella BAT si completa un percorso iniziato nel 2004 con la nascita della Provincia di Barletta Andria Trani; l’apertura della Questura, e la conseguente partenza dei comandi provinciali dei Carabinieri e della Gdf, grazie all’eccellente lavoro fatto dal prefetto Valiante, rappresentano per tutta la nostra comunità il definitivo presidio di legalità. E’ proprio attraverso […]

Estate Biscegliese, le precisazioni dell’ass. Bianco: «Abbiamo preferito sostenere le realtà locali»

“Noi ci rendiamo conto che i metodi siano ben diversi rispetto al passato ma non è una buona ragione per polemizzare e mistificare la realtà. Prima si spendevano decine di migliaia di euro per singoli eventi che non sempre portavano valore aggiunto alla Città. Ora si usa un metodo trasparente e concertativo che, al netto […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: