Il pizzaiolo biscegliese Montarone premiato da Angarano e assessore Sasso

Il pizzaiolo biscegliese, Pantaleo Natale Montarone si è aggiudicato l’ennesima vittoria, il primo posto al Challenge Open Pizza, selezione Casillo. Il maestro ha presentato alla giuria un lavoro originale, la pizza “Gustosa”, presentata su una base di legno, accompagnata dalla riproduzione in miniatura del dolmen “La Chianca” e da un bonsai in ulivo.

In occasione del nuovo traguardo, il sindaco Angelantonio Angarano e l’assessore Vittoria Sasso hanno voluto premiare il campione tramite una targa di riconoscimento presso Palazzo San Domenico. A livello internazionale, il nostro concittadino gode già di una buona fama, è tra i primi 10 pizzaioli al mondo, classificatosi sesto al Campionato mondiale della pizza a Parma.

Montarone ha sempre gareggiato con partecipanti validi professionalmente, provenienti da tutto il globo: America, Australia, Germania, Egitto, Francia, grazie alla sua tenacia è riuscito a fare notare il suo talento e raggiungere ottimi risultati. I suoi successi sono innumerevoli, quel che è certo è che la sua tecnica nasce da un’eccellente preparazione, richiama anni di esperienza.

Annamaria Iannelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Questura Bat: Boccia, “Presenza Stato per la massima difesa della legalità”

“Oggi nella BAT si completa un percorso iniziato nel 2004 con la nascita della Provincia di Barletta Andria Trani; l’apertura della Questura, e la conseguente partenza dei comandi provinciali dei Carabinieri e della Gdf, grazie all’eccellente lavoro fatto dal prefetto Valiante, rappresentano per tutta la nostra comunità il definitivo presidio di legalità. E’ proprio attraverso […]

Estate Biscegliese, le precisazioni dell’ass. Bianco: «Abbiamo preferito sostenere le realtà locali»

“Noi ci rendiamo conto che i metodi siano ben diversi rispetto al passato ma non è una buona ragione per polemizzare e mistificare la realtà. Prima si spendevano decine di migliaia di euro per singoli eventi che non sempre portavano valore aggiunto alla Città. Ora si usa un metodo trasparente e concertativo che, al netto […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: