A Villa Ciardi il Terzo Forum Riada: l’impresa si fa, non si racconta

Unire le sinergie, tra il mondo dell’ Industria, delle Istituzioni e dell’ Informazione per realizzare un tessuto produttivo economico locale efficace. E’ quanto emerso a Bisceglie, durante il terzo Forum organizzato dalla Riada partners, società tra professionisti in Italia, in materia di consulenza legale, manageriale, fiscale e contabile.

Tema del convegno: “L’ impresa si fa non si racconta”, svoltosi nella splendida dimora nobiliare Villa Ciardi, già Conti Curtopassi del XVIII secolo.

All’incontro coordinato dal giornalista Mino dell’ Orco, hanno partecipato delegati di aziende, e rappresentanti istituzionali tra i quali il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano.

 

Moderatore del convegno, il dottor Alessandro Ricchiuti, Amministratore delegato, Riada Partners S.t.p. Consigliere direttivo della sezione TIC di Confindustria Bari e Bat, il quale ha voluto accentuare il connubio tra le Imprese e Istituzioni.

Quest’ ultime devono creare le condizioni ideali, per facilitare gli imprenditori, affinché collaborino attraverso una connessione con altre figure professionali come giornalisti, commercialisti, ingegneri e altre che compongono il mondo industriale, in tal modo le imprese possono creare un elemento di svolta e un valore aggiunto sul territorio.

 

Il dottor Marco Landi, Presidente di The Digital Box S.p.a., ha relazionato sul tema: “ Il Sud Tecnologico, Uomini, Menti e Sviluppo, il past president della Apple di Steve Jobs, ha esordito affermando che la Puglia e’ all’avanguardia, proprio in questa regione infatti, ha trovato più talenti che altrove. Le caratteristiche degli imprenditori sono molteplici, amano il rischio, sono ambiziosi, innovatori e sanno fare sistema.

Molti di loro provengono dal Sud, e hanno dimostrato di ottenere qualità tali, da riuscire a diventare degli ottimi concorrenti, nell’apertura di catene di negozi, ristoranti e nella formazione di squadre ciclistiche, con il nome della propria impresa. In questo modo il mercante, potrà arricchirsi con onore.

 

“L’impresa si fa e si racconta, arricchendosi con onore e responsabilità sociale, in quanto in essa sono legati anche i valori morali”, ad asserirlo è stato  Francesco Giorgino, giornalista e conduttore del TG1, che ha introdotto l’argomento “ Il Brand Storytelling e le Strategie di Content Marketing”.

Oggi le imprese decidono di avere come testimonial, non solo coloro che mettono in risalto il valore commerciale, ma anche, in taluni casi, i diritti umani. E’ necessario pertanto avere delle capacità narrative e di creazione dei contenuti, attraverso il “ Storytelling”, nel quale l’ impresa racconta la sua identità, valorizzando le potenzialità del territorio, in tal modo il brand, diventa parte integrante della comunità.

 

Il dottor Sergio Fontana, Amministratore Unico Farmalabor S.r.l. Vicepresidente Confindustria Bari e Bat Presidente di Confindustria Albania, ha delineato delle linee guida su : “Cosa Significa Essere Imprenditore: Lasciare il Segno, La Farmalabor”.

Per Fontana, chi non punta sull’innovazione e sulla ricerca rimane fermo, ciò non riguarda solo lo spazio farmaceutico ma tutti i settori universali, attraverso delle linee programmatiche, si potranno ottenere dei risultati importanti anche nelle piccole imprese.

E’ necessario inoltre che l’ imprenditore abbia una conoscenza del mercato, e una visione strategica attraverso dei piani di esecuzione e controllo. Lo stato pero’ deve puntare sulle imprese, e metterle nelle condizioni di poterlo fare, in quanto sono queste che creano ricchezza e i limiti sono solo quelli che ci imponiamo.

 

Il Presidente della Regione Puglia, Dottor Michele Emiliano, ha relazionato su: La Regione Puglia : L’economia del Sud, Parte da Qui, sottolineando cosa si e’ fatto in Puglia, negli ultimi trent’anni, dal ripristino delle spiagge sul lungomare di Bisceglie, al riordino del traffico a Bari, evitando i debiti fuori bilancio delle case di cura, e dare una sferzata alla criminalità organizzata, presente non solo nel Sud, ma anche a Roma, Milano, nel Veneto, e in tutto il mondo. Bari inoltre e’ la città in cui sono stati creati più appalti pubblici, in proporzione alla popolazione.

Tra gli obiettivi futuri, Emiliano punta ad un progetto ambizioso, creare uno scalo a Bari, che possa portare dei turisti dalla Russia. Riguardo le nuove tecniche agricole, esse ci permetteranno di avere sullo smartphone, delle applicazioni, dove si potrà controllare se il campo abbia ricevuto gli opportuni trattamenti.

 

L’ incontro è terminato con l’ intervento del dottor Giovanni Sebastiano, Head of Strategy Communication & Investor Relations Exprivia S.p.a. sul tema: Dalla Città di Provincia alla Conquista del Mondo. L’ Evoluzone di Exprivia. “La trasformazione digitale è un processo in via di trasformazione” – ha spiegato – di cui non conosciamo la portata per via della velocità e della pervasività . Ormai la nostra vita privata e professionale, e’ pervasa dagli strumenti e algoritmi nella trasformazione digitale, e’ la vita stessa che si imposta e utilizza appieno la possibilità di nuove logiche e tecnologie, a disposizione.

 

Si ringrazia per l’eccellente organizzazione del Forum, il Dottor Michele Di Gioia Financial Advisor e tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita del convegno, in particolar modo, l’ imprenditrice di successo Rosa Pierro, nonchè proprietaria della lussuosa dimora nobiliare Villa Ciardi.

 

Antonella Salerno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ricordo di Fréi Josè Preziosa, missionario biscegliese della Congregazione dei Missionari del Sacro Cuore

L’Associazione Oratoriani e la Parrocchia “San Vincenzo de’ Paoli” di Bisceglie, in occasione della Settimana Missionaria, hanno organizzato un incontro per ricordare la figura di Frèi José Preziosa che ha svolto il suo impegno missionario a Pinheiro, nello Stato di Maranhao in Brasile. La sua instancabile attività missionaria lo portò a fondare la prima scuola […]

Danza, parla un insegnante di Bisceglie: «Ho sentito Antonio Caggianelli lunedì sera, era in ansia»

“Ci siamo sentiti l’ultima volta lunedì sera al telefono per salutarci: mi disse che era un po’ in ansia, ma non so perché. Vorrei che lì non ci fosse andato”. Così a LaPresse l’insegnante di danza e direttrice artistica della scuola ‘New Dance Accademy’ di Bisceglie (Bari), Grazia Di Pinto, in cui insegnava Antonio Caggianelli, 33 anni, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: