Il rilancio del Conbitur tra i principali obiettivi della Confcommercio Bisceglie

Il rilancio del Conbitur tra i principali obiettivi della Confcommercio Bisceglie

16 Maggio 2019 0 Di ladiretta1993

Rilanciare il Conbitur, il Consorzio Bisceglie Turistica fondato nel 2003. È uno dei principali obiettivi della Confcommercio Bisceglie, dopo lo stand by registrato negli ultimi tempi, per renderlo nuovamente attivo ed indispensabile nella crescita cittadina. A volerlo e a partecipare al progetto di rilancio moltissimi imprenditori ed operatori di settore che, nei giorni scorsi, hanno partecipato al briefing nella sala convegni delle Vecchie Segherie Mastrototaro.

 

Per Leo Carriera, direttore Confcommercio Bari-Bat: «È arrivato il momento di porre le basi per rilanciare dinamicamente un progetto delicato, ma di fondamentale importanza come quello del Conbitur, seppure con le dovute correzioni, necessarie per le variazioni delle condizioni socio-economiche del territorio».

 

Un progetto che richiede assoluta sinergia tra l’esperienza maturata in questi anni e la necessità di fare rete tutta di oggi, indispensabile per gli imprenditori e gli operatori del settore, al fine di svolgere un’importantissima funzione operativa al fianco delle istituzioni: «Vogliamo fare gruppo e lavorare in maniera sinergia, integrando l’esperienza di questi anni e la necessità di fare rete richiesta dai nostri tempi. Rispetto al 2003, anno fondazione del Conbitur, sono aumentati in città sia i B&B che gli affittacamere, segno sia di un incremento della domanda turistica, sia di un nuovo spirito di partecipazione. È per questo che è arrivato il momento di rilanciare e ridare vigore al Conbitur, mai stato sciolto ma tenuto in stand by, per contribuire in maniera attiva alla crescita cittadina e turistica».

 

Un obiettivo importantissimo, per sciogliere i nodi con l’Amministrazione Comunale e con gli enti pubblici in generale: «Siamo ottimisti e certi di poter, contare sul sostegno da parte del mondo politico e della pubblica amministrazione, che ci ha dimostrato sempre grande vicinanzaconclude Carriera». Anche Rachele Barra, per lungo tempo presidente dal Conbitur è dello stesso avviso: «Siamo una città baricentrica in cui nonostante gli ottimi riscontri in termini di presenze i turisti vanno altrove. Non ci siamo identificati nella biscegliesità, manca un’idea univoca di città e ognuno va per fatti suoi. Dobbiamo imparare a essere attrattivi».

 

Al termine dell’assemblea sono stati eletti i facenti parti del Consiglio Direttivo, che si riunirà a breve per la nomina degli organi così come previsto dallo statuto sociale, poi, il ricordo commosso di Cosimino Uva, ristoratore scomparso recentemente, e di Franco Misino de l’Osteria del Seminario, tra i fondatori del Conbitur.

 

Annunci