Europee: F.Boccia, bene nuovi Roberti e Bartolo, al sud serve nuova classe dirigente

“Già dalla campagna elettorale si percepiva che rimettendo semplicemente insieme i pezzi del centrosinistra, come ha fatto subito dopo il congresso il segretario Zingaretti, si poteva ricostruire un campo ampio che adesso va  rafforzato. Il Pd oggi ha la responsabilità di essere l’unica vera alternativa a questa destra nazionale che per la prima volta in Italia si presenta con la propria faccia attraverso Salvini e alla stessa affermazione di Giorgia Meloni. Nel Mezzogiorno il M5S resta il primo partito ma è crollato in un anno dimezzando il consenso. Tutto questo, e la volatilità del consenso, deve farci riflettere. La sinistra al Sud ha ancora molto da lavorare, soprattutto su un forte ricambio delle classi dirigenti. Il nuovo messaggio di Zingaretti su lavoro, ambiente e scuola indica l’impianto di una sinistra moderna, ora serve una classe dirigente credibile e all’altezza di queste sfide; la strada è lunga e il PD tutto è impegnato a tornare lì dove la sinistra ha le sue radici: tra le periferie e nei luoghi dei bisogni a partire dal Mezzogiorno. Sono andati molto bene i nuovi candidati della società civile come Roberti al Sud e Bartolo nelle Isole, oltre agli eurodeputati riconfermati, ma ora serve un ricambio radicale per riportare il Sud sui numeri del resto d’Italia”. Così Francesco Boccia, deputato e economista PD, in diretta a Radio Cusano Campus, commenta i risultati delle elezioni europee.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Spina: «Il Consiglio Comunale “uccide” il DUP e il futuro della città» (il video)

«Alle 22,13 la di lunedì 18 ottobre, La Svolta vota il DUP (documento unico di programmazione) dei prossimi tre anni e “uccide” il futuro della città: nessun fondo di rotazione, nessuna task forte, nessun indirizzo per intercettare i fondi del PNRR (una specie di piano Marshall che non capiterà più nei prossimi 100 anni). Significa […]

Bisceglie Calcio, Sindaco Angarano: «Ieri ricordato Franco Pisicchio»

«Ieri, in una giornata così triste per la nostra Comunità, il nostro pensiero è andato anche a Franco Pisicchio, ex giocatore del Bisceglie Calcio, nato e cresciuto a Lavello, che perse la vita in un incidente stradale il 2 gennaio 1994, anno in cui limitava nelle fila nerazzurrostellate in C2. Lo abbiamo ricordato in occasione […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: