Contributi a Baywatch, Spina: l’amministrazione Angarano non tratti le casse comunali come un bancomat

 

Con delibera di giunta numero 199 del 16/07/2019, Angarano & Co. hanno concesso un contributo di 10 mila euro all’associazione Baywatch di cui fondatore, ideatore e coordinatore, come si può evincere dalla foto allegata, è l’attuale consigliere delegato alle spiagge (in pratica quasi un assessore) dell’amministrazione Angarano, cioè Piero Innocenti. La dimensione del contributo e i servizi prestati lungo la litoranea rendono l’idea di un vero e proprio appalto di servizi di salvamento, che il comune di Bisceglie ha affidato all’Associazione Baywatch.

Rispetto al passato, non soltanto il contributo viene quasi triplicato, ma viene concesso in favore dell’associazione di riferimento proprio dell’“assessore” competente per le spiagge.

Insomma, un pasticcio all’Angarano, dove controllore e controllato sono in pratica la stessa persona.

Invece di aumentare vertiginosamente i contributi agli “amici”, Angarano non avrebbe potuto utilizzare quelle risorse per la Green card ridotta ad una vera elemosina per i cittadini?

Che la delibera puzzi di illegalità ne è stato ben consapevole anche lo stesso Angarano che si è dato alla fuga non votando il contributo in favore dell’associazione fondata, ideata e coordinata dal suo stesso delegato alle spiagge.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Carceri: Galantino (FdI), solidarietà a polizia penitenziaria

“Visitando oggi le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria in servizio presso il carcere di Trani, ho portato loro la mia vicinanza per i recenti fatti accaduti che hanno visto due detenuti dare fuoco a un agente e un detenuto in possesso di una pistola tentare di uccidere uno dei loro colleghi”. Lo afferma […]

Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»

«Con determina dirigenziale del 22 settembre, l’amministrazione Angarana preleva dal fondo di riserva 30 mila euro e li trasferisce al gestore del servizio di igiene urbana, il cui contratto scade il 30 settembre 2021, per non precisati e definiti “servizi aggiuntivi”. Il dirigente è’ ben attento, naturalmente, a non elencare o indicare questi pseudo servizi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: