Storia locale nei programmi scolastici: il progetto parte da Bisceglie

Tra pochi giorni si riparte, per le nostre ragazze e i nostri ragazzi inizia un nuovo anno scolastico. Un passaggio determinante nella vita di ognuno di noi, un’esperienza che verrà ricordata per sempre. Tra i miei impegni politici vi è l’inserimento della storia locale nei programmi scolastici, per far sì che venga studiata ed apprezzata dagli studenti, quali cittadini del domani.Un impegno recepito dal precedente Governo con un mio ordine del giorno che non intendo abbandonare. Per questo ho preferito agire in maniera concreta, acquistando decine di copie di libri di storia locale, che ho consegnato personalmente in tutte le scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado presenti a Bisceglie, affinché il progetto parta. Tra gli “strumenti” divulgativi della storia del nostro territorio, vi è la rivista quadrimestrale di storia arte e cultura Neda diretta dal giornalista Luca De Ceglia. È nostro dovere conoscere la storia, le nostre radici, se vogliamo essere cittadini consapevoli del domani! Ringrazio i dirigenti scolastici degli istituti biscegliesi per la collaborazione e che hanno accolto l’iniziativa con entusiasmo.

 

Legge 92/2019 (c.d. Educazione Civica) Art. 8. (Scuola e territorio)

  1. L’insegnamento trasversale dell’educazione civica è integrato con esperienze extra-scolastiche, a partire dalla costituzione di reti anche di durata pluriennale con altri soggetti istituzionali, con il mondo del volontariato e del Terzo settore, con particolare riguardo a quelli impegnati nella promozione della cittadinanza attiva. Con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite le modalità attuative del presente comma e sono stabiliti i criteri e i requisiti, tra cui la comprovata e riconosciuta esperienza nelle aree tematiche di cui all’articolo 3, comma 1, per l’individuazione dei soggetti con cui le istituzioni scolastiche possono collaborare ai fini del primo periodo.
  2. I comuni possono promuovere ulteriori iniziative in collaborazione con le scuole, con particolare riguardo alla conoscenza del funzionamento delle amministrazioni locali e dei loro organi, alla conoscenza storica del territorio e alla fruizione stabile di spazi verdi e spazi culturali.

 

Ordine del Giorno Galantino

https://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=9/00682-A/004&ramo=CAMERA&leg=18

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vecchie Segherie: domenica 30 Pietrangelo Buttafuoco presenta Sono cose che passano, La Nave di Teseo

Domenica 30 gennaio alle ore 18.30 le Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie ospitano la presentazione del libro Sono cose che passano di Pietrangelo Buttafuoco, edizioni La Nave di Teseo, organizzata in collaborazione con l’associazione Libri nel Borgo Antico, con la partecipazione dell’autore accompagnato dal professore Luciano Gigante (ingresso libero con prenotazione al form https://forms.gle/eYJrSNDdVCUVJrYRA, , per accedere è necessario essere […]

Associazione Borgo Antico destina contributo al Rotaract per futuri service nella città di Bisceglie

Si rafforza la sinergia tra Rotaract Club Bisceglie e Associazione “Borgo Antico” dopo la collaborazione avviata in occasione della passata edizione di “Calici nel Borgo Antico”, durante la quale i giovani rotaractiani hanno gestito la vendita dei ticket e gli info-point, accogliendo i tanti visitatori giunti nel centro storico della città. L’evento organizzato dal Club […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: