Raccolta differenziata, quel picco anomalo del 92% a settembre 2018 che premia Bisceglie

Grande soddisfazione è stata espressa nei giorni scorsi per il premio che il Comune di Bisceglie ha ricevuto da Legambiente Puglia in qualità di “Comune riciclone” per aver superato nel 2018 la percentuale di raccolta differenziata del 65% in un anno.

Un dato importante che però, come è stato fatto notare da più parti, stride con un servizio che presenta molte criticità. Ma a lasciare qualche perplessità sempre riferita ai dati, è la percentuale raggiunta dalla raccolta differenziata a settembre 2018; in quel mese a Bisceglie si è toccata la percentuale del 92,92% come si può vedere nella foto pubblicata in questa pagina e che mostra il grafico dell’andamento in città dell’anno scorso e di quest’anno secondo quanto rilevato dal portale ambientale della Regione Puglia.

Un dato anomalo che è stato fatto notare anche dal Movimento 5 Stelle cittadino e su cui non è possibile trovare risposta direttamente dal portale perchè i dettagli sul materiale della differenziata e sui centri di raccolta sono disponibili solo per ogni singolo mese del 2019. I dati, va ricordato, sono comunicati dagli stessi Comuni che ricevono a loro volta le informazioni dalle imprese che gestiscono il servizio di igiene urbana.

Allora la perplessità è stata sottoposta a Alessandro Di Gregorio, responsabile di Legambiente a Bisceglie. «Il dato di settembre 2018 è decisamente anomalo, riferito all’andamento annuo ottenuto a Bisceglie -dichiara Di Gregorio-.
Prendendo poi a riferimento anche il 2019, si legge chiaramente un trend in diminuzione delle percentuali di differenziato raccolto. Legambiente redige il rapporto ‘Comuni Ricicloni’ esclusivamente in base ai dati che le il Comune invia alla Regione. Se questi dati sono inesatti, volutamente o meno, noi non sindachiamo: è la Regione che dovrebbe verificarli e chiedere spiegazioni (in questo caso assolutamente necessarie) al Comune.
Quest’ultimo è il primo responsabile dei dati inviati all’assessorato per l’ambiente regionale».

«Legambiente -aggiunge Di Gregorio- non può e non deve intervenire su questi dati (che oltretutto riguardano 258 comuni!). Di solito, in presenza di “miracoli” del genere, chiediamo lumi al comune che li ha comunicati ma, non sempre ci viene risposto. Abbiamo sentito parlare di dati ‘gonfiati’ in alcuni comuni, con tonnellate di indifferenziato stoccato e smaltito poco alla volta. Questa pratica verrebbe svolta per ottenere lo sgravio dalla Regione all’ottenimento del 65%…
In ogni caso contiamo sulla onestà intellettuale degli amministratori».

Cosa manca alla città di Bisceglie perchè siano raggiunte percentuali di differenziata elevate e soprattutto stabili?

«Bisceglie, se non dovesse registrare un secondo miracolo come quello di settembre 2018, si avvia a registrare un calo della percentuale di differenziata, rispetto allo scorso anno. Promozione, incentivazione (negativo lo stand-by della green card), capillarità, controllo sulle qualità delle frazioni conferite e presidio delle zone in cui vengono abbandonati i rifiuti, sanzionamento puntuale dei trasgressori sono alla base di un lavoro che è partito male e proseguito peggio.
Vanno ripensate molte cose e tante devono essere avviate.
Sembra che il Comune abbia in mente sempre cosa fare in campo ambientale: se persino l’abbattimento di alberi maestosi e il piantare una trentina di alberi (sembra neppure comprati dal Comune), rappresenta una realizzazione di programmi per l’ambiente, allora il cammino da fare è lunghissimo».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Calici nel Borgo Antico”, due serate speciali di degustazione anticiperanno la nuova edizione

La nuova edizione di “Calici nel Borgo Antico”, in programma dal 3 al 5 dicembre a Bisceglie, amplia la propria tradizionale offerta, allargandone il profilo nei contenuti e nei luoghi. L’obiettivo è quello di raccontare la storia che sta dietro ad ogni vino attraverso la voce dei suoi produttori o di appassionati degustatori, stimolando nuove […]

Papa Francesco incontra l’associazione Giovanni Paolo II di Bisceglie e una delegazione della Bat

“Saluto i pellegrini dell’associazione Giovanni Paolo II di Bisceglie. Cari amici, imitate l’esempio di questo Santo Pontefice e sforzarvi di comprendere e accogliere l’amore di Dio, sorgente e motivo della nostra gioia”. Con queste parole Papa Francesco ha accolto la delegazione biscegliese lo scorso 24 novembre all’udienza generale del mercoledì presso la Basilica di San […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: