Tari senza aumenti anche per gli ambulanti, Unipuglia: il Comune invii gli avvisi di pagamento rettificati

La prima, bella notizia del nuovo anno appena affacciatosi e già intriso di polemiche è che la Tassa Rifiuti da versare al comune di Bisceglie per l’anno 2019 sarà rapportata alle tariffe relative all’anno precedente, quindi senza alcuna variazione. Questa notizia, peraltro divulgata a mezzo stampa da autorevoli esponenti del mondo amministrativo e politico biscegliese, come ad esempio il dott. avv. Francesco Carlo Spina, sta facendo il, giro del web ma anche dei negozi e dei mercati. Infatti l’applicazione della tariffa deliberata per l’anno 2018, con il venir meno della validità di quelle approvate per il 2019 a causa delle note vicende amministrative che stanno dilaniando il clima sociale e politico in città, ma anche quello Associativo paurosamente il silenzio e ai limiti della bieca accondiscendenza, comporterà un enorme risparmio per commercianti a sede fissa, quindi negozi di vicinato, ma anche per gli Ambulanti concessionari di posteggio nei mercati, per gli Ambulanti concessionari di posteggio nelle Fiere, nelle Feste Patronali, nei mercati  anche se abusivi perché la tassa si paga ugualmente, in Piazza Vittorio Emanuele e persino per gli avventori ed occupazioni non autorizzate dal punto di vista amministrativo ma che poi nei mercatopoli trovano sempre spazio senza alcun disturbo. L’altra notizia, divulgata direttamente dal Presidente UniPuglia, Savino Montaruli, è che il modulo per il rimborso è già presente sul sito web del comune di Bisceglie e scaricabile, in formato word, al seguente link:

https://www.comune.bisceglie.bt.it/sites/default/files/allegati/documenti/5288/modello_rimborso_tari.doc

E’ stato lo stesso leader sindacale pugliese a dichiarare: “mentre ringrazio l’amico Francesco Spina per la sollecitudine con la quale sta divulgando ai suoi concittadini e al mondo delle Imprese, evidentemente sottorappresentato, il risparmio ottenuto con l’applicazione delle tariffe deliberate per l’anno 2018, venendo meno la legittimità dell’applicazione di quelle relative al 2019 a causa della mancata approvazione del bilancio comunale, con tutte le altre gravissime conseguenze per la città e per il mondo imprenditoriale biscegliese, comunico anche a Francesco che sul sito web del comune di Bisceglie è già presente il modulo per la richiesta di rimborso delle somme eventualmente versate ine eccedenza dai commercianti quindi non dovute al comune di Bisceglie. Coloro che abbiano già pagato potranno avvalersi di tale modulistica presentandola al comune di Bisceglie mentre lo stesso comune è invitato, direi obbligato per legge, ad inviare i nuovi avvisi di scadenza con gli importi ricalcolati sulla base delle tariffe dello scorso anno quindi mettendo i contribuenti in condizione di ottemperare in modo corretto e senza conseguenze al pagamento di quanto dovuto, non dimenticandosi, lo stesso comune, di rimodulare le scadenze dei pagamenti sulla scorta dei nuovi avvisi, come prevede la legge. Identica procedura è stata adottata dal Prefetto facente Funzioni di Commissario Straordinario al comune di Manfredonia dove con il Prefetto siamo riusciti a rimodulare, al ribasso, il Cosap con il reinvio degli avvisi di scadenza ribassati. Sono felice – dichiara Montaruli –  per i commercianti a sede fissa, per bar, pubblici esercenti, aziende artigianali e ambulanti che frequentano le manifestazioni ed i mercati a Bisceglie per vedersi riconoscere, una volta almeno, una sorta di regalo di Natale per i tanti disagi penati in una città dove le regole spesso saltano completamente e dove i danni ricadenti sulle imprese sono enormi, come nel caso del mancato svolgimento della recente Fiera di Natale con gli atti alla possibile attenzione del Prefetto che ne accerterebbe responsabilità e conseguenze, vista la mancata apposizione della cartellonistica di divieto stradale, con la conseguente occupazione dell’area fieristica da autoveicoli non rimossi. Sugli aumenti della Tassa Rifiuti, in generale, condivido perfettamente la posizione dell’amico e collega Presidente di Confcommercio Bari-Bat, Sandro Ambrosi, allorquando recentemente ha affermato sulla stampa locale: “Confcommercio: “Tassa rifiuti sempre più cara frena lo sviluppo delle imprese”. Un’affermazione quanto mai azzeccata anche nel caso del comune di Bisceglie. Almeno su questo con gli amici della Confcommercio e con tutti i loro collaboratori e “dirigenti” collegati siamo d’accordo e, come dice l’amico Antonio il biscegliese, “per la buona pace di tutti”.

Le Organizzazioni Unibat e CasAmbulanti Bisceglie si sono rese disponibili a seguire direttamente commercianti ed imprese nella trasmissione telematica a mezzo Pec delle istanze di rimborso TARI, senza alcun costo e senza chiedere alcuna forma di assoggettamento o di scambio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

La denuncia del consigliere comunale Spina sui Concorsi Comunali

«Concorsi comunali: con determinazione comunale è stata scelta a trattativa privata la ditta che effettuerà la selezione. Perché non è stata fatta una comparazione di offerte con altre ditte? Perché l’amministrazione comunale è’ andata a colpo sicuro su questa ditta. Scopriamo però che questa ditta era già conosciuta sul territorio, visto che ARPAL e Provincia […]

Loculi, Spina: «Per determinare le tariffe ci sono sconti con raccomandazioni?»

«Alla mia interrogazione in Consiglio comunale sugli abusi nell’appalto e nella gestione dei loculi prefabbricati, Angarano e company, dicono che non sono ancora determinate le tariffe. Per la SVOLTA, non solo IN VITA, ma anche dopo la morte ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B. Tra politici che pensano a difendere […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: