A Bisceglie arriva Common Ground, percorso di formazione alla cittadinanza attiva

È Common Ground il percorso di formazione alla cittadinanza attiva ideato dall’Associazione 21, insieme a Cercasi un fine, associazione che si occupa da oltre dieci anni di formazione socio-politica4 domeniche dalle 17.00 alle 20.00 nella Sala degli Specchi di Palazzo Tupputi, a partire dal 19 gennaio. Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti.

Common Ground, Terreno Comune è il titolo dato nel 2012 alla 13esima Biennale di Venezia dall’architetto inglese David Chipperfield. Il suo obiettivo era creare una mostra in cui tutti gli architetti, artisti e pensatori potessero ritrovarsi all’interno di un terreno, di un luogo condiviso dalle riflessioni di tutti. Così l’Associazione 21 ha voluto creare per Bisceglie un luogo di formazione alla cittadinanza attiva chiamandolo, appunto, Common Ground. Un terreno comune per confrontarsi e parlare di cittadinanza e di ‘politica’, intesa come attenzione al bene comune e costruzione del futuro, e non solo come competizione elettorale e lotta tra i vari partiti.

 

“Una vera e propria scuola di formazione studiata per i biscegliesi – spiegano dall’Associazione 21 – per sentirsi tutti un po’ più cittadini, responsabili del territorio e dei nostri quartieri. Parleremo di argomenti che ci toccano molto da vicino: di Costituzione, di Ambiente, del rapporto tra Comunicazione e Politica, delle aspettative e dei progetti dei Giovani in un paese come il nostro”.

Grazie al grande fermento civile e associativo della nostra città, l’Associazione ha strutturato un percorso di quattro incontri raccogliendo finora il supporto e l’adesione di tanti enti e progetti presenti sul territorio: Lions, Rotary, Muvt, Amnesty, ANPI, Pax Christi, Caritas, Associazione Borgo Antico, Associazione “Don Pierino Arcieri, Servo per Amore”, EPASS Onlus, Pegaso, Uno tra noi, Bisceglie Illuminata, Zona Effe, MEIC, Polisofia. Il percorso di formazione Common Ground è inoltre patrocinato dal Comune di Bisceglie.

A guidare gli incontri saranno don Rocco D’Ambrosio, docente di filosofia politica, Alejandro De Marzo, media consultant e sociologo dei processi culturali, Damiano Maggio, sociologo, e Maria Panza, referente regionale WWF per l’educazione ambientale.

Per info e adesioni l’Associazione 21 ha messo a disposizione l’indirizzo info@21bisceglie.it e i propri canali social su Facebook e Instagram.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dalle estorsioni al caporalato, anche la Bat nella geografia criminale disegnata dall’Antimafia pugliese

Sacra Corona Unita, compagini baresi e mafie foggiane. Questo il quadro attuale della “geografia criminale pugliese” articolata in “tre macro-configurazioni criminali” e analizzata nella relazione sulla ‘Diffusione delle varie forme di criminalità organizzata nella Regione Puglia’, approvata dalla Commissione parlamentare Antimafia sul finire della scorsa legislatura e ora resa pubblica. La Sacra Corona Unita è […]

Shoah, Silvestris organizza un momento di commemorazione: “Per non dimenticare”

Stasera giovedì 26 gennaio alle ore 19 in via della Giudecca (alle spalle della Chiesa di San Domenico,nel centro storico) terremo un momento di commemorazione e riflessione sull’olocausto, nella vigilia del giorno della memoria. «Ricorderemo l’orrore della Shoah, la presenza ebraica a Bisceglie e le vicende accadute nella nostra città a seguito delle leggi razziali. […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: