Atto criminoso in città, Unibat e Casambulanti: il clima si fa pesante

L’ennesimo episodio criminoso a Bisceglie suscita l’immediata reazione del mondo della Rappresentanza sindacale delle Imprese. Immediata la reazione di condanna del vile gesto e la solidarietà al dott. Sergio Silvestris giunge dalle due Associazioni CasAmbulanti Bisceglie e Unibat. Il Presidente Unibat Savino Montaruli  ha dichiarato: “ora Bisceglie deve uscire dal suo stato di isolamento e deve unire le sue forze e le sue energie positive per reagire ad un clima di tensione insopportabile, che perdura. Se gli strumenti posti in essere finora, telecamere o altri presidi che evidentemente possono servire ad individuare un incappucciato ma non evitano le tragedie, non siano assolutamente sufficienti allora significa che deve prevalere quella rivoluzione culturale mai ancora avvenuta. E’ necessario – prosegue Montaruli – che si ponga fine ad un clima di tensione peraltro alimentato da faide interne, politiche ma anche di mondi paralleli, che tanti danni stanno facendo alla straordinaria città. Io stesso, in seguito al mio impegno professionale doveroso anche per le imprese con interessi commerciali nella città di Bisceglie ma soprattutto per l’affermazione di un percorso sindacale di riconoscimento dei Diritti, ho subito minacce, ingiurie e persino calunnie a mezzo stampa, alimentate da soggetti che, evidentemente, non amano o amano troppo poco la loro città. Ovviamente è tutto documentato e coloro che non hanno impedito questo e che non hanno evitato le pubblicazioni di queste intimidazioni sui loro post sono corresponsabili dei loro possibili effetti quindi indegni di rappresentare le Istituzioni e la politica locale. Come primarie Associazioni di Categoria CasAmbulanti e Unibat, unitamente al sempre presente ed operativo Presidente della Delegazione di Bisceglie, Vincenzo Todisco, saremo al fianco delle Istituzioni sempre e comunque, per una nuova stagione di rispetto delle regole e per quella stagione dei Diritti che anche a Bisceglie, con fatica, vanno affermandosi. Gli atti recenti parlano chiaro e quella Rivoluzione è soprattutto opera nostra che con forza l’abbiamo richiesta. Quel sistema che ha portato la città di Bisceglie in queste condizioni va profondamente e definitivamente sradicato. La città è forte e           questa volta saprà reagire con fermezza, senza vani populismi e al di la dei messaggi di circostanza.” – ha concluso Montaruli sempre deciso e puntuale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Covid: 26 morti e 1.275 nuovi casi in Puglia

Nelle ultime 24 ore in Puglia ci sono stati 26 decessi per Covid-19, mentre 11.524 test eseguiti sono stati registrati 1.275 casi positivi (con una incidenza dell’11,06%): 478 sono in provincia di Bari, 294 in provincia di Foggia, 207 in provincia di Taranto,138 in provincia di Lecce, 92 nella provincia BAT, 63 in provincia di […]

Condannati in sette: gestivano lo spaccio di hashish e cocaina nella movida biscegliese

Avevano il monopolio dello spaccio di cocaina e hashish nel quartiere San Valentino di Andria e nelle piazze della movida di Bisceglie. Per sette pregiudicati andriesi sono scattati gli ordini di esecuzione delle condanne diventate definitive per associazione finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’uso delle armi, e riciclaggio. Per tre di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: