Nuove tende nella Bat e piu’ posti a Bisceglie

Nuove tende nella Bat e piu’ posti a Bisceglie

21 Marzo 2020 0 Di ladiretta1993

Sono arrivate a sette le tende per il pre-triage operative davanti a presi’di sanitari e istituti penitenziari della provincia di Barletta-Andria-Trani. Ma soprattutto sono ormai complessivamente 18 i posti letto a pressione negativa disponibili nell’ospedale ‘Covid’ di Bisceglie, che ha a disposizione gia’ 60 posti letto per i malati di Coronavirus, destinati pero’ a diventare 100 nel giro di qualche giorno.

Cosi’ la Asl Bt risponde all’emergenza sanitaria in corso, con un’ulteriore implementazione rispetto a quanto gia’ annunciato nel piano regionale Coronavirus presentato lunedi’ dal presidente Michele Emiliano. In dettaglio, nell’ospedale di Bisceglie sono in corso i lavori per arrivare, entro i primi giorni della prossima settimana, a 100 posti letto, rispetto ai 44 gia’ operativi da diversi giorni tra malattie infettive e altre unita’ operative. Al momento ne sono disponibili gia’ 60.

Nel pronto soccorso, l’area obi (osservazione breve intensiva) era stata gia’ attrezzata con 8 posti letto (di cui 2 in isolamento) in ambienti a pressione negativa, che diventano 12 e si vanno ad aggiungere ai 6 di terapia intensiva, per un totale appunto di 18. Le tende per il pre-triage sono operative da un paio di settimane davanti ai tre ospedali di Andria, Bisceglie e Barletta, piu’ i due istituti penitenziari di Trani.

A queste si sono aggiunte anche quelle davanti agli ex ospedali di Trani e Canosa (che sono dei pta, cioe’ presi’di di assistenza territoriale); mentre davanti ai nosocomi di Andria e Bisceglie sono state montante anche tende per la vestizione e svestizione degli operatori del 118, cosa che non si e’ resa necessaria a Barletta dove un ambiente ad hoc e’ stato individuato all’interno dell’area pronto soccorso. Sanificazioni, infine, sono state effettuate in diversi reparti del ‘Bonomo’ di Andria dove nei giorni scorsi sono stati accertati casi di positivita’ tra gli operatori di pediatria e medicina, mentre sono risultati tutti negativi i pazienti (compresi i parenti dei bambini). Al momento rimangono bloccati i ricoveri in medicina (che vengono smistati all’ospedale di Barletta), mentre la pediatria continua a funzionare in supporto alla ginecologia-ostetricia. (AGI)

 

Annunci