Asilo “Gesù Fanciullo”, da don Fabio e il Comune uno spiraglio per il prosieguo

Asilo “Gesù Fanciullo”, da don Fabio e il Comune uno spiraglio per il prosieguo

14 Luglio 2020 0 Di ladiretta1993

La ventilata possibilità della chiusura dell’asilo “Gesù Fanciullo”, annunciata nei giorni scorsi, vede uno spiraglio di luce verso una soluzione che tutti auspicavano. L’attività dei quaranta bambini all’interno dello struttura potrebbe proseguire anche senza la cooperativa sociale “Le simpatiche canaglie”, che fino ad oggi gestiva la scuola. Don Fabio, parroco della chiesa di San Silvestro, si è reso infatti disponibile a garantire le attività ludico-didattiche con l’ausilio dello stesso corpo docenti in organico con “Le simpatiche canaglie”, ma solo proseguendo con gli iscritti al primo e al secondo anno della passata attività scolastica.

Come si ricorderà, alla luce dei protocolli emanati da seguire in questo periodo a causa del Covid-19, l’associazione che gestisce il centro anziani ha l’obbligo di aprire un’«ala covid» e quindi aveva chiesto una parte dei locali dell’asilo.

Così, nella riunione di venerdì 11 luglio, tenutasi con genitori ed insegnanti, il Presidente della Cooperativa “Le simpatiche canaglie”  aveva ufficializzato la volontà di non proseguire con le attività dell’asilo.

Anche l’Amministrazione comunale ha fatto sapere che sarebbe disposta ad aprire fino a tre nuove classi con nuovi iscritti e a ricavare le aule necessarie all’interno del plesso di Salnitro, che fa capo a Carrara Reddito.