Debiti fuori Bilancio, Spina: «No a trucchetti per farli pagare alle future Amministrazioni»

Debiti fuori Bilancio, Spina: «No a trucchetti per farli pagare alle future Amministrazioni»

29 Luglio 2020 0 Di ladiretta1993

«A causa del non veritiero contenuto del provvedimento, GLI ATTI DEL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE CONVOCATO PER IL 31 LUGLIO sono stati trasmessi alla procura e alla Corte dei Conti. IL CONSUNTIVO 2019, già scaduto da 30 giorni, è’ arrivato all’attenzione dei consiglieri comunali con dati completamente stravolti e fuordevianti. Circa 3 milioni e ottocentomila euro di debiti fuori bilancio rilevati al 31.12.2019, secondo le attestazioni depositate dagli stessi dirigenti competenti percsettire, sono stati arbitrariamente “degradati” dalla giunta Angarano a passività potenziali o latenti, scaricando il problema sulle prossime gestioni amministrative. Sulla stessa questione, ma meno grave fortunatamente nella quantità dei debiti fuori bilancio, i consuntivi del 2012 e 2013, furono censurati dalla Corte dei Conti con una pronuncia che fu notificata al consiglio comunale e che costrinse la mia amministrazione a prendere provvedimenti rigorosi di contenimento dei debiti nel 2017, riducendoli a soli 650 mila euro. Sulla questione pende ancora oggi procedimento penale presso la Procura di Trani.

Ora, l’esplosione a circa 4 milioni di debiti fuori bilancio di fatto nascosti con la voce “passività’ potenziali” adottata temerariamente da Angarano e c. nella delibera di adozione, rischia non solo di danneggiare i cittadini e le future generazioni con un vero e proprio dissesto, ma rischia di trascinare dirigenti e consiglieri comunali in una serie di conseguenze di carattere patrimoniale e penale, perché i fascicoli ancora aperti verrebbero “ravvivati” dalla reiterazione, in forma assai più grave, di condotte già censurate da Corte dei Conti e organi inquirenti. Per questo motivo ho chiesto Ad ANGARANO DI RIVEDERE IL PROVVEDIMENTO, evitando falsi e abusi di gravissima portata ed elusivi della pronuncia della Corte dei Conti che lui stesso porto’ all’attenzione del Consiglio comunale, e ho trasmesso come pubblico ufficiale, obbligato dalla legge, gli atti alle autorità competenti. Questi debiti devono essere pagati e gestiti subito e non possono essere demandati alle future amministrazioni con artifici e trucchetti contabili!».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina sul suo profilo Facebook.