Regionali: Boccia, andata male a chi sperava spallata a governo

“Se qualcuno pensava di darci la spallata attraverso le regionali, pur sbagliando il campo di gioco, e’ andata male”. Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, commentando a Bari i primi risultati delle elezioni regionali, che confermerebbero la vittoria del centrosinistra in Puglia, Toscana e Campania. “I professionisti della spallata sono sempre pronti”, ha aggiunto: “Avevamo detto che non erano le regionali il banco di prova del governo ma le cose che il governo fa, dall’emergenza sanitaria a quella sociale a quella economica. E su quello vogliamo essere giudicati e noi riteniamo che il giudizio sia positivo”.

“Penso – ha detto ancora Boccia – che faranno altre valutazioni. Sono sei mesi che la spallata dovevano darcela sulla gestione sanitaria. Per fortuna abbiamo lavorato tenendo per mano gli italiani e tenendoci per mano ed e’ andata bene. Dovevano darcela sull’Europa e anche li’ l’Europa alla fine ha seguito una rotta costruita dall’Italia e dagli italiani, da Conte e da Gentiloni. Poi c’era la scuola, poi le elezioni regionali”. Boccia ha quindi lanciato un appello all’opposizione: “Confrontiamoci, manteniamo distinte le posizioni, controllate ogni cosa che facciamo, ma avere l’ossessione della spallata non porta bene”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Boccia telefona a mons. Ricchiuti, battaglia comune è salvaguardare le vite e proteggere la salute

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha avuto nel pomeriggio una lunga telefonata con mons. Ricchiuti per scongiurare che, parole pronunciate durante una riunione interna con i Presidenti di Regione, possano alimentare polemiche sterili su fantomatici orari delle messe di Natale. “Siamo nel pieno della seconda ondata della pandemia, viaggiamo […]

Amendolagine (M5S): «Invece di pensare alla nascita di Gesù Bambino preoccupatevi del problema dei tamponi»

«Dopo aver provveduto ad anticipare la nascita del Bambin Gesù di un paio di ore, ora programmiamo l’anticipo della resurrezione di qualche giorno, così per Pasqua avremmo risolto questo grande dilemma! E intanto c’è ancora chi da giorni attende il tampone, chi, essendo positivo, non è stato ancora contattato per segnalare i contatti stretti, chi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: