Si dimette Modugno, il Preside del Liceo “Da Vinci”: «Io denigrato, vilipeso e infangato»

Gentile direttore

Sono il preside del Liceo “Leonardo da Vinci” di Bisceglie. Anzi ormai l’ex-preside.

Qualche giorno fa, a fronte delle vicende più o meno note che hanno portato alle mie dimissioni, avevo scritto una lettera di commiato rivolta a tutta la comunità scolastica del liceo chiedendo che fosse pubblicata sul sito della scuola. È stata pubblicata, come avevo chiesto, ma dopo meno di 24 ore è stata rimossa, è scomparsa. Evidentemente qualcuno l’ha ritenuta scomoda, fastidiosa e non ha sopportato il fatto che io esprimessi il mio punto di vista in contrasto con le falsità che sono state artatamente diffuse. In questi giorni sono stato denigrato, vilipeso, infangato, accusato vigliaccamente in pubblico, anche in mia assenza e  senza avere alcuna possibilità di controbattere, dipinto come il peggior tiranno, un dittatore antidemocratico… e poi, per zittirmi, è stato usato lo strumento più democratico che esiste: la censura, retaggio di tempi che pensavamo ormai lontani e superati. È una cosa molto triste sapere che gli autori di questa campagna denigratoria nei miei confronti sono docenti, pochi per la verità perché la stragrande maggioranza dei docenti del “da Vinci” sono stimabili e corretti professionisti; ed è ancor più triste pensare che quei pochi, in quanto docenti, sono gli stessi che dovrebbero insegnare ai nostri figli l’etica, la morale, la correttezza, il rispetto della persona e l’amore per verità.

Basta, non voglio aggiungere altro. Le chiedo solo la cortesia di pubblicare la mia lettera di commiato insieme a queste poche righe di delusione e di amarezza.

Cristoforo Modugno

3 thoughts on “Si dimette Modugno, il Preside del Liceo “Da Vinci”: «Io denigrato, vilipeso e infangato»

  1. La censura caro ex preside lei L ha adoperata per tutti gli anni di servizio sul sito della scuola. Spesso ha censurato e sovrascritto file a suo piacimento, ha trasformato il registro elettronico in un campo di battaglia. Conservò ancora le prove dei suoi reati, prima di accusare riesaminare il suo operato da sciacallo nei confronti di tutta la comunità scolastica.

    1. EVIDENTEMETE LEI RAPPRESENTA UNA PICCOLA FAZIONE DI COLORO CHE NON HANNO SUBITO SCIACALLAGGIO.PER ABITUDINE PARLO CON COGNIZIONE DI CAUSA, VI E’ ANCORA UN PROCEDIMENTO PENALE IN CORSO A SEGUITO ANCHE DEGLI ARRESTI DOMICILIARI DELL’AVVOCATO DIFENSORE,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ricordo di Fréi Josè Preziosa, missionario biscegliese della Congregazione dei Missionari del Sacro Cuore

L’Associazione Oratoriani e la Parrocchia “San Vincenzo de’ Paoli” di Bisceglie, in occasione della Settimana Missionaria, hanno organizzato un incontro per ricordare la figura di Frèi José Preziosa che ha svolto il suo impegno missionario a Pinheiro, nello Stato di Maranhao in Brasile. La sua instancabile attività missionaria lo portò a fondare la prima scuola […]

Danza, parla un insegnante di Bisceglie: «Ho sentito Antonio Caggianelli lunedì sera, era in ansia»

“Ci siamo sentiti l’ultima volta lunedì sera al telefono per salutarci: mi disse che era un po’ in ansia, ma non so perché. Vorrei che lì non ci fosse andato”. Così a LaPresse l’insegnante di danza e direttrice artistica della scuola ‘New Dance Accademy’ di Bisceglie (Bari), Grazia Di Pinto, in cui insegnava Antonio Caggianelli, 33 anni, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: