Spina: «Angarano annulla il suo ennesimo atto. Evitati danni economici ai cittadini»

«Il giorno 19 ottobre inviai una Pec al segretario Generale del Comune di Bisceglie, evidenziando la possibile non veridicità dello schema di bilancio, che non conteneva una ricognizione completa e certificata dei debiti fuori bilancio emersi. Evidenziavo che la prova era costituita dall’inquietante debito fuori bilancio riconosciuto con la abnorme determina dirigenziale n. 81 del 6.10.2020, con cui si pagavano spese legali senza passare dai “fastidì” del riconoscimento dei debiti fuori bilancio (escamotage spesso utilizzato da questa amministrazione) in consiglio comunale. Ebbene, senza rispondere alla mia istanza, con la generica motivazione di voler perseguire l’interesse pubblico (ma senza dire che quell’interesse di chiama “legalità”), l’amministrazione Angarano ha autoannulato in via di autotutela, per la “centesima” volta, l’atto precedente del 6 ottobre, con una nuova successiva determina dirigenziale del 23 ottobre. Decine e decine di atti “fuori legge” ed elusivi delle norme di legge sono stati corretti e salvati grazie ai rilievi di un’opposizione competente e onesta, che sta supplendo con le sue attenzioni all’assoluto vuoto di legalità che si registra a Palazzo San Domenico, da quando si è insediato Angarano.

Abbiamo così evitato danni economici ai cittadini e aiutato l’amministrazione al rispetto delle norme. Chi non ricorderà i clamorosi atti di autoannullamento della 165 e dello scorrimento di graduatoria che portò poi, in conflitto di interessi gravissimo, all’assunzione del marito di un assessore? Ora colti in flagranza mentre cercavano di nascondere un debito fuori bilancio con le loro teorie avveniristiche sull’applicazione delle norme di legge, hanno preferito anziché rispondere alla mia istanza, in silenzio, prendere atto della cavolata combinata e hanno annullato da soli il loro atto giuridicamente e amministrativamente obbrobrioso. Anche perché la paura fa 90: meglio eliminare dall’albo pretorio la prova provata che il bilancio approvato senza le opposizioni nell’ultimo consiglio comunale non conteneva la completa posizione debitoria e non era veritiero, anche per ciò che riguarda la capacità di indebitamento e i parametri di deficitarieta’ ! Ma l’amministrazione Angarano potrà tentare di fuggire in eterno dalla legge?»,

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Il 4 dicembre nuovo lavaggio straordinario delle strade con i trattori

Venerdì 4 dicembre, con partenza alle ore 21 dal mercato ortofrutticolo di corso Garibaldi, sarà effettuato un nuovo lavaggio straordinario delle strade pubbliche con l’utilizzo di trattori messi a disposizione e condotti dagli agricoltori. L’operazione di pulizia è stata organizzata dall’Assessorato all’igiene coordinato da Angelo Consiglio con la collaborazione di Confagricoltura ed Energetikambiente. Come avvenuto […]

Riequilibrio di Bilancio, Spina: «Irregolare l’approvazione di Angarano»

«Il consiglio comunale del 30 novembre: era l’ultimo giorno utile (pena il commissariamento di Angarano) per approvare la salvaguardia degli equilibri di un bilancio comunale minato da 4 milioni di euro di debiti fuori bilancio emersi nel solo 2020 e da una pronuncia contro il Comune della Corte dei Conti notificata il 10 novembre. Angarano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: