Epass nella Giornata mondiale del Malato: nessuno deve rinunciare alla salute

In occasione della Giornata mondiale del Malato, Epass traccia un bilancio delle attività a due anni dall’apertura ufficiale del Poliambulatorio Il buon Samaritano.

“Il 2020 è stato un anno difficile per noi – le parole del presidente di Epass Luigi De Pinto – L’emergenza Covid e la necessaria prudenza ci hanno portato a tenere chiusa la struttura per alcuni mesi. Il mio grazie va innanzitutto ai tanti volontari, dai medici a chi si occupa dell’accettazione, dagli infermieri a chi ha il compito di garantire la pulizia e la sanificazione della struttura. Soprattutto grazie a loro, Epass riesce a garantire visite mediche specialistiche gratuite a chi vive condizioni di difficoltà socio-economica, perché nessuno deve rinunciare alla salute”.

Epass ha riaperto al pubblico, con tutte le precauzioni e le misure di sicurezza, a inizio 2021. Nel 2019 e nel 2020 il Poliambulatorio ha erogato gratuitamente oltre 4mila prestazioni specialistiche, numero che rende chiaramente l’idea della grande richiesta di salute proveniente dal territorio e della necessità di una struttura di questo tipo nel cuore di Bisceglie.

“Nel suo messaggio per la Giornata del Malato, Papa Francesco ha ricordato che «La malattia ha sempre un volto, e non uno solo: ha il volto di ogni malato e malata, anche di quelli che si sentono ignorati, esclusi, vittime di ingiustizie sociali che negano loro diritti essenziali». Il Poliambulatorio nasce per questo: a nessuno, per motivi economici e sociali, deve essere negato il diritto alla salute”, continua De Pinto.

L’emergenza Covid ha inoltre aggravato tante situazioni di povertà ed aumentato il numero già alto di coloro che sono costretti a rinunciare alle cure per ragioni sociali ed economiche. E molto forti sono anche i risvolti di carattere psicologico, come dimostra il sostegno fornito in questi mesi a tantissime persone dai professionisti volontari del Consultorio Familiare di Epass che durante il lockdown ha attivato anche uno Sportello di Ascolto telefonico.

“Il Poliambulatorio Il buon Samaritano e il Consultorio Familiare – conclude il presidente De Pinto – sono qui per tutti coloro che ne hanno bisogno. Le difficoltà ci sono ma Epass continua a impegnarsi ogni giorno per non far mancare sostegno e vicinanza alla popolazione del territorio”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Roma Intangibile presenta “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”

Lo storico sodalizio di mutuo soccorso “Roma Intangibile” di Bisceglie ha pubblicato un nuovo volume, col patrocinio del Comune di Bisceglie, nell’ambito della collana S.O.M.S. «I Soci raccontano», dal titolo “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”, scritto dalla cura e dalla passione di Nicolantonio Logoluso, presidente onorario della medesima associazione. Il libro, introdotto dagli interventi […]

Mons. D’Ascenzo nomina e trasferisce molti sacerdoti della Diocesi. Ecco cosa accade a Bisceglie

Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, ha comunicato le nomine e i trasferimenti resisi necessari per il bene comune della comunità ecclesiale. Di seguito quelle che riguardano la nostra città: BISCEGLIE Don Giovanni CAFAGNA lascia l’incarico di Parroco della Parrocchia “San Giuseppe” in Corato ed è nominato Parroco della Parrocchia “San Silvestro” in Bisceglie. Don […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: