Cgil denuncia: da oggi a Barletta e a Bisceglie prenotazione vaccini agli over 80 non prima di maggio

“Sembra essere l’arma per vincere sul Covid-19, la vaccinazione sarebbe l’unica maniera per tornare alla normalità. Ma se andiamo avanti di questo passo chissà quanto tempo ci vorrà”. Lo dicono i segretari generali di Cgil Bat, Biagio D’Alberto e dello Spi Cgil Bat, Felice Pelagio esaminando le date disponibili per prenotare il vaccino anti Covid per gli ultra 80enni.

“Stando alle nostre rilevazioni, al momento per le città di Andria e Trani le date disponibili nelle agende dei Cup della Asl Bt partono dal 20 aprile, prima tutto esaurito – evidenziano – A Barletta e Bisceglie, invece, gli over 80enni che vogliono oggi prenotare il loro vaccino avranno un appuntamento non prima del mese di maggio. Va meglio solo a Canosa di Puglia, Trinitapoli e Margherita di Savoia, dove ci sono ancora delle possibilità per marzo. Anche gli anziani di San Ferdinando di Puglia devono aspettare aprile per vaccinarsi, se prenotano oggi. Così come quelli di Minervino Murge (dal 6 aprile) e Spinazzola (dal 15 aprile). Considerando che non è consentito spostarsi per la vaccinazione in un comune diverso da quello di residenza, questa è la fotografia della Bat. Per non parlare della vaccinazione domiciliare, nessuna data per tutta la Provincia”. “È improrogabile mettere a punto una strategia vaccinale altrimenti il virus (varianti comprese) continuerà a guadagnare terreno. Anche perché se il vaccino contro il Covid andasse ripetuto ogni anno (cosa che la scienza sta ancora studiando) come facciamo con l’antinfluenzale, con questi ritmi e questi tempi come si fa? Qualcuno se l’è chiesto? Stando all’ultimo aggiornamento del 18 febbraio 2021 in Puglia le dosi somministrate in rapporto agli abitanti della Regione è del 4,34%. La campagna vaccinale – concludono i sindacalisti – è partita il 27 dicembre, dal via sono passati quasi due mesi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Con il nuovo Dpcm in dad tre alunni su quattro

Per effetto del nuovo Dpcm, oltre 6 milioni di studenti potrebbero tornare a seguire le lezioni da casa, il doppio di oggi. Non si verificava dal lockdown del 2020 una chiusura così forte: 2 milioni e 700 mila bambini della scuola dell’infanzia e primaria, un milione e 200mila alunni delle medie e 2 milioni e […]

Iraq: i caldei di Babilonia attendono la visita del Papa

 Il Papa sarà in Iraq dal 5 all’8 marzo dopo quindici mesi di sospensione dei viaggi apostolici a causa della pandemia da Covid 19. Si tratta del primo pellegrinaggio in assoluto del capo della cristianità in Mesopotamia. L’occasione è utile per raccontare alcuni aspetti della complessa situazione religiosa che il Pontefice incontrerà nel paese asiatico […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: