8mila ricci di mare sequestrati a Bisceglie, multa salata al conducente e al proprietario dell’automezzo

la Guardia costiera di Bari ha sequestrato a Bisceglie più di 8 mila esemplari di «riccio di mare». Un furgone fermato lungo la strada adriatica che da Bisceglie conduce a Trani, apparentemente utilizzato da un negozio di autoricambi e destinato anche a noleggio senza conducente, in realtà trasportava all’interno del vano di carico numerosi vasconi contenenti i ricci, frutto, verosimilmente, di una battuta di pesca illegale effettuata in acque laziali.

Al conducente e al proprietario dell’automezzo è stata elevata una sanzione amministrativa di 1.500 euro, poiché sprovvisti di qualsiasi tipo di documento utile ai fini dell’obbligatoria tracciabilità del prodotto e della prescritta autorizzazione sanitaria, con conseguente sequestro del pescato, che ancora “vivo» è stato rigettato in mare da una motovedetta della Guardia Costiera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

La storia di Vincenzo: ecco come mi hanno soccorso e curato il Servizio 118 e Ortopedia dell’Asl BAT

È l’ennesima prova, la dimostrazione tangibile, che la buona sanità, ad accompagnare ogni giorno la vita di ognuno, è improntata nella dedizione di tanti operatori sanitari che quotidianamente, con sacrificio, passione e professionalità svolgono il proprio lavoro senza clamori, anche al netto delle difficili condizioni degli ultimi tre lustri, in particolare in Puglia. Oggi raccontiamo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: