Da oggi in “zona rossa”. Commercianti: «A cosa è servito prolungare il periodo dei saldi? Una presa in giro»

Parte  la protesta vibrata che, nelle prossime ore, potrebbe arrivare dalla Bat direttamente a Bari. Sono i commercianti del settore abbigliamento e calzature per adulti ad alzare la voce, sentendosi completamente abbandonati sia dalla politica regionale ma anche locale, per l’accondiscendenza e i paurosi silenzi, ma anche dalle Istituzioni completamente assenti.

Dall’Ufficio di Presidenza Unibat dichiarano: “una beffa, una vera e propria beffa per i commercianti del settore abbigliamento e calzature per adulti. Ricordiamo che solo qualche settimana fa l’assessore regionale alle Attività Produttive, Alessandro Delli Noci, attorniato dalle Associazioni oggi silenti: Anci Puglia, Unione Province Italiane Puglia, Confcommercio, Confesercenti, Federdistribuzione, Legacooperative e Mutue, Confcooperative , le organizzazioni sindacali, CGIL, CISL, UIL, Confsal e la Consulta Regionale dei Consumatori e Utenti.“ dichiarava in pompa magna che il prolungamento della data di svolgimento dei saldi fino al 28 marzo sarebbe stata occasione per “sostenere l’economia locale e le categorie merceologiche particolarmente colpite dalle misure restrittive”. Ed ora che invece per il territorio della Provincia Barletta Andria Trani hanno prevalso atre logiche cosa avrebbe da dire l’assessore regionale e tutta la schiera di coloro che non muovono un dito e non fanno nulla per impedire che accadano situazioni come quella che si verificherà da lunedì 15 marzo?

“Abbiamo investito le nostre ultime risorse per gli acquisti di altra merce che pensavamo di vendere proprio nei prossimi quindici/venti giorni. Ora la doccia fredda, ghiacciata che ci porta in un vicolo cieco con le istituzioni assenti, la politica lontana dai nostri problemi e un sistema tutto concentrato alla difesa di posizioni individualistiche ma che nulla sta dando alla collettività in sofferenza. Le conseguenze di tutto ciò saranno drammatiche. Speriamo solo che questi personaggi se ne stiano rendendo conto” – hanno concluso gli imprenditori di settore ed i loro dipendenti da Unibat.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 1.180 nuovi casi e 24 decessi

Oggi in Puglia sono stati registrati 13.376 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 1.180 casi positivi: 267 in provincia di Bari, 159 in provincia di Brindisi, 216 nella provincia BAT, 194 in provincia di Foggia, 128 in provincia di Lecce, 215 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione, 3 casi di provincia di […]

Ambulanti protestano in Regione, Emiliano scrive a speranza

Un’intera giornata trascorsa sul Lungomare di Bari, presso la sede della Presidenza della Regione Puglia. Un’intensa giornata di trattativa sindacale con le Rappresentanze dell’Associazione di Categoria incatenati, a dimostrare il profondo disagio nel vedere i mercati e le attività ambulanti all’aperto tenute chiuse. Dopo un’interlocuzione con le Forze di Polizia, presenti sul posto e fortemente […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: