L’imprenditore Di Liddo al Sindaco: «Pronti a vaccinare 2mila persone al mese nella struttura Olimpiadi»

Di seguito pubblichiamo una Lettera Aperta al Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano, da parte di Donato Di Liddo, imprenditore locale:
«Gent.mo Sig. SINDACO sicuramente vorrà condividere che la nostra città merita una vera svolta e che per farlo, ognuno di noi deve fare il proprio. In particolar modo mi riferisco alla situazione sanitaria e al programma vaccinazioni.
“Datemi una leva e un punto d’appoggio e solleverò il mondo” secondo la tradizione, lo disse Archimede.
Noi (staff del Centro Sportivo OLIMPIADI) possiamo solo dire: dateci 3 infermieri, 2 medici e 1 lista e possiamo immediatamente vaccinare oltre 2000 persone in un solo mese (1 cittadino ogni 10 minuti pari a 50 al giorno per ogni medico). Con 3 HUB tutta la nostra città resterebbe vaccinata entro Luglio.
La nostra struttura ha spazi adeguati, gazebi e quant’altro utile (anche un servizio navetta per i più anziani) per essere utilizzato per incrementare le vaccinazioni come da cronoprogramma nazionale.
La popolazione è stanca di sentire in modo confusionale che un giorno mancano le dosi, poi il personale sanitario e infine mancano le HUB.
Se le dosi ci sono, il posto anche, allora facciamo appello a infermieri professionali abilitati e a medici di creare un’equipe di volontariato pronto a velocizzare quella che sembra l’unica strada per sconfiggere non solo la pandemia ma anche la crisi sanitaria, lo stato di elevato stress e ansia e per ultima ma non per questo tale, la ricaduta economica che tutta la collettività sta subendo ormai da un anno.
Possiamo insieme realizzare un esempio di compartecipazione (istituzioni e cittadini), pronto per essere clonato da tante altre realtà territoriali.
In questo momento, sig. Sindaco la “collective guilt” è necessaria oltre che utile, i suoi cittadini sono stanchi di osservare decisioni lente e burocratiche, solo delle strutture e delle organizzazioni snelle e piatte* possono sconfiggere lo stato paralizzante di ogni nostra azione.
Un grazie particolare a chi vorrà condividere quest’appello».
*Struttura decisionale non piramidale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Sicurezza e legalità, Unionecommercio: Nitti suona la sveglia nella Bat

L’intervento del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, dott. Renato Nitti, sembra aver scosso un territorio notoriamente ultimo in Italia nelle cose belle e buone e primo in quelle brutte e cattive. Come al solito non le manda a dire il Presidente Unibat, Savino Montaruli, che aggiunge.: “il Procuratore suona la sveglia in […]

Permeabilità alle mafie. Per Eurispes-DNA, BAT peggio della provincia di Matteo Messina Denaro

Come rispondono i nostri sindaci, il prefetto, i parlamentari del territorio all’appello del Procuratore Nitti? L’appello del Procuratore della Repubblica di Trani, Renato Nitti, rompe il velo di omertà e d’ipocrisia delle istituzioni locali sul fenomeno della penetrazione delle mafie nella nostra provincia. Non serve andare di fioretto, quando si analizzano certi fenomeni. Bisogna mettere […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: