Covid: Puglia a rischio alto, resterà rossa

L’Rt, il parametro che misura la velocità di trasmissione del Covid-19, si abbassa sino a 1.09, ancora sopra la soglia di allerta che è pari a 1. Ma in Puglia il “rischio pandemico” resta nel livello “alto”: il nuovo rapporto dell’Istituto superiore della Sanità e del ministero consegna la fotografia di una situazione epidemiologica pugliese ancora grave. La Puglia è tra le quattro regioni italiane che riporta anche “molteplici allerte di resilienza”. I dati, quindi, lasceranno la regione in zona rossa anche dopo le feste di Pasqua e, probabilmente, per almeno altre due settimane. E’ soprattutto la tenuta degli ospedali a preoccupare: ieri si è registrato il record di pazienti Covid ricoverati, sono 2.142, mai così tanti da marzo 2020, +27 rispetto a ieri.

Non accennano a calare nemmeno i contagi, anche se oggi, rispetto a ieri, la percentuale dei positivi sui tamponi processati si è abbassata. Su 14.031 test sono stati registrati, difatti, 2.044 casi positivi: 776 in provincia di Bari, 137 in provincia di Brindisi, 194 nella provincia Bat, 336 in provincia di Foggia, 217 in provincia di Lecce, 415 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 34 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. I decessi odierni sono 25, dei quali 13 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. In tutto in Puglia hanno perso la vita 4.873 persone. Sono 143.805 i pazienti guariti mentre ieri erano 142.501 (+1.304). Salgono a 48.747 i casi attualmente positivi, +715 in un solo giorno. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza e’ di 197.425. Da oggi e sino al 14 aprile possono aderire alla campagna vaccinale anti Covid anche le persone nate nel 1947 e 1946, quindi 75enni e 74enni che si aggiungono ai pugliesi con 79, 78, 77 e 76 anni. Ci sono tre modi per aderire: collegandosi alla piattaforma online lapugliativaccina.regione.Puglia.it; oppure chiamando il numero verde 800.71.39.31 che è attivo dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20; oppure recandosi in farmacia. Chiamando il numero verde la persona che intende vaccinarsi (o una persona delegata) dovrà riferire i dati richiesti e l’operatore comunicherà l’appuntamento fissato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ponte Lama, limitazioni alla circolazione stradale fino all’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza

Il Sindaco di Bisceglie in data odierna ha firmato un’ordinanza per stabilire limitazioni alla circolazione stradale fino all’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza e ristrutturazione del viadotto “Ponte Lama”, recentemente aggiudicati dal Comune di Bisceglie in seguito ad un finanziamento di 5.000.000 di euro ottenuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Di seguito […]

Diritti umani, dal Midu la solidarietà ai pazienti del Don Uva e alle loro famiglie

E’ vergognoso che in un paese civile succedono fatti vergognosi come quello che è successo all’Istituto Don Uva di Foggia per l’assistenza ad anziani disabili. Ancora una volta la nostra amata terra viene infangata in tutta Italia, a causa di 30 dipendenti sotto inchiesta che hanno usato violenza di ogni tipo sui fragili indifesi disabili, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: