Amendolagine e Capurso: «Ragazzini pusher al servizio della criminalità, ma per Angarano la sicurezza può aspettare»

Nello scorso consiglio comunale abbiamo presentato una mozione per la convocazione entro 30 giorni di una conferenza di servizi per lavorare alla predisposizione di un piano comunale per la sicurezza, di concerto  con associazioni di categoria, prefettura, altre istituzioni territoriali, forze dell’ordine, associazionismo, operatori dell’informazione, da portare entro termini precisi e rapidi all’approvazione nel corso di un consiglio comunale monotematico sul tema sicurezza. Gli stati generali della legalità e dell’emergenza criminalità non sono più rinviabili.
L’ Amministrazione ha rigettato la mozione presentandone una propria, diversa, in cui dilazionava a due mesi i tempi di convocazione della conferenza di servizi, fatto salvo il miglioramento generale della situazione dell’epidemia, tema su cui a nostro avviso peraltro la conferenza stessa e il consiglio comunale avrebbero dovuto esprimersi.
Per Angarano e company evidentemente i fenomeni criminali, fra i tanti un mercato della droga che è diventato inarrestabile e sfrutta i nostri ragazzi come pusher, che ormai da anni segnano il nostro territorio non sono una priorità. Così come non sono una priorità l’adozione di misure di controllo più stringenti per evitare una ulteriore diffusione del contagio e fermare i comportamenti di qualche cittadino scellerato. La stessa proposta l’abbiamo fatta due anni fa e siamo rimasti inascoltati. Oggi l’Amministrazione butta la palla avanti di ulteriori due mesi senza fissare alcun termine per la discussione in aula.
Staremo a vedere se la mozione approvata si trasformerà in un’iniziativa concreta o rimarrà lettera morta. Se alla stessa verrà dato seguito saremo in prima linea a dare il nostro contributo e saremo pronti a rientrare anche nella Commissione comunale sulla sicurezza urbana poiché riteniamo necessario un sincero e costruttivo approccio unitario alle emergenze cittadine. Ma finché non vedremo le parole e gli impegni di principio trasformarsi in fatti concreti,  il nostro giudizio su quanto accaduto in Consiglio e sulla totale inerzia dell’amministrazione sul tema sicurezza resta fortemente negativo, non essendo accettabili ulteriori dilazioni.
I Consiglieri comunali 
Enzo Amendolagine
Enrico Capurso

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Cultura, Silvestris: «Facciamo rivivere a Bisceglie il festival dedicato a Mauro Giuliani» (IL VIDEO)

Far rivivere a Bisceglie il Mauro Giuliani Festival: un appuntamento che richiami nella nostra città, per l’intero mese di luglio, i più grandi maestri e tutti gli appassionati della musica da chitarra, con esibizioni, concerti e masterclass. Questa l’idea lanciata da Sergio Silvestris, candidato sindaco alle primarie di coalizione del prossimo 12 marzo, per celebrare […]

De Toma: la biblioteca è chiusa da troppo tempo, basta menzogne

I lavori per la nuova biblioteca comunale sono oggettivamente in ritardo, l’amministrazione comunale ha dato la colpa inizialmente alla pandemia, ma questo è falso.  I lavori erano stati annunciati per la prima volta a giugno 2019, ma come sappiamo la nostra regione è entrata in zona rossa a metà Marzo del 2020.  Successivamente l’amministrazione comunale […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: