Protocollo d’Impegno riapertura in sicurezza dei mercati nei comuni della Provincia Barletta Andria Trani

Di seguito la lettera aperta che Casambulanti ha inviato in data odierna al Prefetto della Bat e ai Sindaci dei vari paesi:

oggi sono stati riaperti i mercati anche nei comuni della Provincia Barletta Andria Trani. Questo è stato possibile grazie al cosiddetto cambio di colore della Regione Puglia, anche in conseguenza alle tantissime iniziative sindacali e manifestazioni di disagio che, sempre nel rispetto delle norme vigenti e nei rispetto dei principi costituzionali, le Associazioni di Rappresentanza, come la nostra, hanno posto in essere in tutta la Regione ed in Italia.

CasAmbulanti è riuscita, in tale contesto, a contemperare il legittimo Diritto di Manifestare con l’interlocuzione istituzionale, a tutti i livelli, laddove le Istituzioni non si siano chiuse completamente in se stesse, negando, di fatto, il Diritto di Rappresentanza o, peggio, chiudendolo a ristretti gruppi o addirittura a singoli soggetti che non rappresentano affatto il comparto né mai sono stati in grado di esercitare quel ruolo di soggetti intermedi tra gli Enti e le Categorie. Al di la di questo elemento da noi fortemente ripetutamente stigmatizzato, ci riteniamo soddisfatti dei risultati conseguiti e la ripartenza di quelle attività mantenute chiuse per così tanto tempo, anche forzatamente come accaduto per alcuni settori merceologici interdetti alla loro vendita nei mercati chiusi per decreto ma venduti negli esercizi di vicinato.

Tornando alla ripartenza dei mercati siamo lieti di trasmettere il seguente nostro Protocollo d’Impegno che la scrivente Associazione ritiene possa essere elemento di garanzia a supporto dello svolgimento dei mercati nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Tale nostra impostazione è stata positivamente recepita in altre circostanze laddove il Protocollo è stato altresì condiviso e sottoscritto, oltre che da CasAmbulanti, anche dai rappresentanti provinciali BT delle Associazioni: Federcommercio, Anva Confesercenti Bat, BatCommercio2010, Fiva Confcommercio Bari-Bat.

 

PERTANTO:

fermo restando  quanto previsto nei Piani Comunali di Safety-COVID 19 relativi alle aree mercatali, quindi i contenuti sia per la gestione delle aree medesime che per le norme comportamentali che gli avventori sono tenuti a rispettare, da parte nostra siamo a sottoscrivere le seguenti prescrizioni per quanto riguarda gli Operatori concessionari di posteggio.

Nella fattispecie:

  1. L’operatore concessionario di posteggio, titolato ad occupare l’area legittimamente assegnatagli, oltre a garantire le procedure di sicurezza previste a carico dei datori di lavoro, dovrà assicurare le misure a carico dei titolari di posteggio come indicate nelle vigenti ordinanze del Presidente della Regione Basilicata e, nella fattispecie: ■ la pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita; ■ l’uso obbligatorio delle mascherine mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani; ■ la messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco; ■ il rispetto dei principi generali e speciali in materia di autocontrollo (HACCP) ai fini della sicurezza degli alimenti; ■ il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro; ■ il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico; ■ la pulizia e disinfezione ricorrente delle superfici e, in generale, delle strutture di vendita; ■ la sensibilizzazione della propria clientela al rispetto delle distanze sociali di almeno un metro ed al divieto di assembramento.

■ In caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce.

■ In caso di vendita di beni usati è obbligatoria l’igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita. Inoltre dovranno essere rispettate le seguenti raccomandazioni: ■ limitare il numero degli addetti all’interno dello stallo ad un massimo di n. 3 operatori, compreso il titolare.

In ogni caso resta vietato toccare occhi, naso e bocca mentre si indossano i guanti.

Laddove possibile ed opportuno procedere, nei pressi dello stallo di vendita, alla esecuzione di segnaletica orizzontale, anche mediante nastro adesivo di colore giallo-nero o similare, che consenta facilmente di identificare la distanza minima di 1 m, impedendo alla clientela di sostare, all’interno dell’area dello stallo e di quella di pertinenza.

Ai fini del controllo e presidio dell’area mercatale si manifesta la disponibilità a concordare, con le altre Sigle di Rappresentanza sottoscrittrici del Protocollo, l’elaborazione e la firma di Protocolli d’Intesa con Associazioni di Volontariato, Protezione Civile ed altri sodalizi senza scopo di lucro, all’uopo abilitati, ai fini di garantire la costante e ordinata presenza di personale volontario all’interno dell’area mercatale per evitare assembramenti nonché per correggere eventuali forme di comportamento scorretto da parte di operatori ed avventori.

Rimanendo disponibili ad attuare, in concerto, Programmi di Intervento di Sensibilizzazione ed altre iniziative e Progetti elaborati da CasAmbulanti, come “Mercato Pulito”, porgiamo cordiali saluti assicurando la presenza dei nostri Referenti abilitati alla sottoscrizione del Protocollo comunale e provinciale, anche presso la sede della Prefettura, a Barletta, muniti di Atto Costitutivo e Statuto dell’Associazione regolarmente registrati e vigenti, per dare conto della correttezza formale che abilita gli interlocutori associativi a sottoscrivere intese.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Avviso pubblico per l’assunzione di 7 vigili per tre mesi, c’è la graduatoria

Il Comune di Bisceglie ha pubblicato la graduatoria risultante dall’avviso pubblico con cui si stavano cercando 7 persone da impiegare come agenti di Polizia Locale a tempo determinato di tre mesi e con contratto part time al 50%. La graduatoria è stata stilata al termine del lavoro da parte della commissione che ha esaminato tutte […]

Festa Patronale, la rivolta degli ambulanti: «Dopo l’illegittima assegnazione dei posteggi, ora anche il green pass»

Ormai a Bisceglie il commercio sulle aree pubbliche sta diventando il business del secolo. Tra chi chiede il ritorno al passato con le gestioni d’opportunismo privatistiche e speculative che tanti danni hanno creato giungendo persino a negare la consegna degli elenchi delle anzianità maturate dai concessionari di posteggio, falsando anche il Bando Pubblico contestato da […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: