Commercio. In Puglia i saldi estivi a partire dal 24 luglio

La Giunta regionale pugliese ha posticipato la data di inizio dei saldi estivi al 24 luglio prossimo. Il provvedimento ha recepito le richieste formulate da Confcommercio Puglia e dalle altre organizzazioni di categoria. “Ha trionfato il buonsenso”, commenta il presidente di Confcommercio Puglia, Alessandro Ambrosi, spiegando che “il coronavirus ha reso indifferibile la possibilità da parte delle imprese di disporre di un periodo favorevole in cui vendere a prezzi di mercato e fare cassa. Solo così si potrà evitare il passaggio diretto dal fermo totale, determinato dalle varie restrizioni e chiusure che si sono susseguite dal novembre scorso fino a tutto aprile, alla vendita a saldo”.

“Siamo sicuri che i consumatori – conclude – comprenderanno il valore e l’impatto positivo di queste misure straordinarie sull’intera economia della Regione e chiediamo loro di continuare a sostenere il commercio di città, che garantisce la qualità delle merci e l’attivazione di un circuito economico più virtuoso, ma anche un contributo importante a rendere più accoglienti i luoghi e le strade della nostra Puglia che ritornano ad affollarsi di turisti”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Tribunale dei Diritti del Malato: “Ufficio Invalidi a Bisceglie chiuso da più di un mese. Si intervenga”

Con una nota inviata a Direttore generale Asl Bat, al presidente della regione Puglia, al presidente commissione regionale sanita, al sindaco di Bisceglie, il Tribunale dei Diritti del Malato ha segnalato l’interruzione delservizio da parte dell’ufficio invalidi presso l’ospedale di Bisceglie dal giorno 15 Giugno. Di seguito il testo della nota. Con la presente, si […]

Contributo per gli affitti, approvata la graduatoria definitiva. Previsti controlli a campione

Con apposita determina del dirigente competente al Comune di Bisceglie, sono state approvate le graduatorie definitive -(Fascia A Fascia B Fascia Esclusi) dei richiedenti il beneficio per interventi del sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione (ex legge n.431/98). La determina dispone anche di effettuare l’assegnazione e quindi il riparto della somma complessiva di 835.256,15 euro […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: