Partito il Piano Emergenza Caldo per i soggetti più fragili

Ha preso avvio il 28 giugno il Piano Emergenza Caldo. Si tratta di uno degli interventi garantiti dal servizio di pronto intervento sociale (PIS) di Trani e Bisceglie, attivato in vista delle ondate di calore che si stanno già verificando durante questa stagione estiva e che potrebbero creare difficoltà a cittadini particolarmente vulnerabili, anziani soli o persone sole con patologie.

Pertanto, l’Ambito Territoriale Trani-Bisceglie in collaborazione con la Cooperativa Promozione Sociale e Solidarietà di Trani e Trani S.O.S., che gestiscono il pronto intervento sociale, garantirà dei servizi di sollievo e sostegno in favore dei cittadini segnalati dai servizi sociali ovvero dalla rete formale e informale del territorio.
Le azioni sono rivolte a:
▪ Anziani soli ultra 70enni non autosufficienti in situazione di disagio socio-economico;
▪ Nuclei familiari a rischio, con segnalazione dei servizi sociali professionali;
▪ Gravi situazioni di indigenza per persone sole in situazioni di carenza o assenza di aiuti significativi, parentali o della rete informale;
▪ Senza fissa dimora.
Sarà avviato anche un programma di monitoraggio (telefonico e domiciliare) di “Sorveglianza attiva” attraverso una primaria mappatura degli anziani/persone sole/nuclei a rischio.
Il Dirigente dell’Ufficio di Piano – dott. Attolico invita tutti gli Enti e i cittadini in possesso di notizie e informazioni in tal senso a segnalarle al numero del servizio o ai Servizi Sociali Professionali.

Le azioni da effettuare riguarderanno:
▪ “sorveglianza attiva” dei nuclei indicati dai servizi sociali professionali dei due Comuni attraverso il monitoraggio telefonico e/o domiciliare;
▪ mappatura e “attività di supporto materiale” e di monitoraggio in favore delle persone senza fissa dimora;
▪ distribuzione di n. 12 kit refrigeratori/ventilatori (6 nella città di Trani e 6 nella Città di Bisceglie), nelle abitazioni segnalate dal Servizio Sociale Professionale, in presenza di
particolari situazioni di fragilità;
▪ attivazioni di interventi personalizzati richiesti esclusivamente dal Servizio Sociale Professionale.
L’Ambito Territoriale garantirà le attività di monitoraggio fino al 31 agosto 2021.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Unesco e Liceo “Da Vinci”: La giornata della terra con esperti per formare i giovani del domani

Il Liceo “L. da Vinci” di Bisceglie e il Club per l’UNESCO di Bisceglie in collaborazione con il Comune di Bisceglie, l’Ordine Architetti P.P.C. BAT e il Dipartimento ICAR del Politecnico di Bari, intendono proseguire nella campagna di sensibilizzazione dei propri alunni, già avviata nell’A.S. 2020-2021, nei confronti dei Goal dell’AGENDA 2030 e contestualmente delle […]

Visita guidata al “Museo Don Uva” Don Uva alla scoperta del Venerabile: la vita, le opere e le storie dei luoghi

Fondazione S.E.C.A. per la Cultura presenta: la prima visita aperta al pubblico al nuovo “Museo Don Uva”. Nato dalla collaborazione tra Fondazione S.E.C.A. di Trani, Universo Salute “Opera Don Uva” e Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza di Bisceglie, inaugurato a settembre, il “Museo Don Uva” aprirà per la prima volta le porte al pubblico sabato 30 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: