Famiglia cena al ristorante e si da’ alla fuga senza pagare il conto. Titolare e personale riescono però a raggiungerli

Con l’intensificarsi del lavoro nella ristorazione in questo periodo, dove in tanti approfittano delle belle serate per cenare fuori, l’attenzione degli operatori del settore verso il servizio da offrire alla clientela si fa più scrupoloso.

Un elevato livello di attenzione è però richiesto verso quei clienti che improvvisamente spariscono alla presentazione del conto. Come è stato raccontato a La Diretta da personale di un ristorante sul porto, due sere fa una famiglia (lui, lei e bambino) ha consumato la cena in orario quasi di apertura per un conto che sarebbe stato intorno ai 70 euro complessivi. “Sarebbe stato” sì, perché la famiglia ha abbandonato il tavolo e si è data alla fuga a bordo di un’auto.

Fatalità (e fortuna per il ristoratore) ha voluto che l’auto si fermasse per un guasto dopo aver percorso una trentina di metri. In questo modo la famiglia è stata raggiunta dal titolare e dal personale. La famiglia, per evitare lezioni più rudi su rispetto del lavoro altrui, non ha potuto fare altro che onorare il conto.

Il fenomeno sembra più diffuso di quanto si pensi, da altri ristoranti si è sentita la stessa storia relativa a una famiglia in fuga dal conto da pagare. Chi lavora nel settore ne è consapevole.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Farabutti tentato furto in un Tir alla stazione di servizio Dolmen di Bisceglie: la Polizia sventa il colpo

Questa volta la Polizia è riuscita a sventare l’ennesimo furto all’interno della stazione di servizio “Dolmen Est” di Bisceglie, sull’autostrada A14. Almeno tre persone, che le Forze dell’Ordine stanno cercando di identificare in queste ore,  sono state sorprese dagli uomini della sottosezione di Bari Sud mentre erano intente a prelevare confezioni di generi alimentari contenuti […]

Bisceglie. Droga ed esplosivo in casa: arrestati madre e figlio

Avevano in casa cocaina e hashish, il materiale utile al confezionamento delle dosi di droga, 4mila euro in contanti e in banconote di piccolo taglio oltre a esplosivi sistemati in scatole di cartone nello scantinato. Per questo, una donna di 68 anni e suo figlio di 37 sono stati arrestati dai carabinieri a Bisceglie. Sono […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: