Green pass, Lopalco spinge per il vaccino a tutti i costi: «Il tampone non è prevenzione»

Per l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, “c’è un grande equivoco che ci trasciniamo fin dall’inizio della pandemia da Covid-19: è la funzione del famoso tampone che, da puro e semplice metodo diagnostico, è stato assunto a presidio di prevenzione”. “Il tampone – sottolinea – serve ad individuare un portatore inconsapevole del virus SARS-CoV-2. Punto”. Ma “nel momento in cui io faccio un tampone ed ottengo un risultato positivo – evidenzia – nei giorni precedenti ho serenamente contagiato chi mi stava vicino. Esiste un modo, ed uno soltanto, per prevenire l’infezione: vaccinarsi”.

Quindi, secondo Lopalco, “il dibattito che si è sviluppato in questi giorni intorno al green-pass obbligatorio è per molti versi surreale. Poichè per ottenere il green-pass o mi vaccino, oppure faccio un tampone ogni 48 ore, sembrerebbe che le due misure siano sovrapponibili e che un cittadino possa liberamente scegliere fra l’una o l’altra”. “Anzi – sottolinea – se qualcuno non ha voglia di vaccinarsi, la comunità dovrebbe farsi carico delle spese dei tamponi ripetuti necessari all’ottenimento del pass. Nulla di più sbagliato. Il tampone nelle 48 ore precedenti è una misura eccezionale resa necessaria dal fatto che molti cittadini non hanno ancora potuto avere accesso al vaccino”.

Per l’epidemiologo, “nel momento in cui la vaccinazione viene offerta in un tempo ragionevole e ci si può vaccinare senza troppi problemi od ostacoli, non solo il tampone non deve essere offerto gratuitamente, ma dovrebbe essere addirittura disincentivato. Fare tamponi a casaccio rappresenta un costo importante per la sanità pubblica perché impiega quelle stesse risorse (infermieri, laboratoristi, personale amministrativo) che in tempi di pandemia sono preziosissime”. “Chi non vuole vaccinarsi, e per tutta risposta pretende un tampone gratis ogni tre giorni – conclude – rappresenta quindi un doppio danno per la comunità”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

PNRR, Spina: «Basta regalare ai privati i fondi che arrivano»

«Un umile consiglio ad Angarano e Silvestris: Bisceglie non può continuare a regalare fondi del PNRR che arrivano agli appaltatori privati! Nell’augurare buon ferragosto a tutti, anche ad Angarano, Silvestris e gli altri rappresentanti di maggioranza, colgo l’occasione per consigliare agli amici-avversari (gli avversari politici non sono nemici solo perché la pensano diversamente) della SVOLTA […]

Ottenuto finanziamento di 2.500.000 per la piscina comunale e un nuovo impianto polivalente indoor

Il Comune di Bisceglie ha ottenuto un finanziamento PNRR di 2.500.000 euro dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la realizzazione di un impianto polivalente indoor in via San Martino e la riqualificazione della piscina comunale di via Ugo La Malfa. Per l’impianto sportivo indoor l’area interessata è pari a […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: